Parlare con la terra, ecco i 14 finalisti

Quarta edizione del Premio di poesia Ubik-Mv Scuola Le premiazioni sabato 4 giugno alla “Notte dei lettori”

UDINE. Un'amore grande per la Terra, mamma, amica. Accogliente un tempo, oggi è ammalata, stanca e ha tanto bisogno di aiuto al punto da richiederlo, a volte, anche arrabbiandosi. Il nostro pianeta esce “provato” dai versi dei tanti, tantissimi bambini che si sono innamorati del tema “Chiacchiere con la Terra” proposto dalla quinta edizione del Premio di poesia istituito dalla Libreria Ubik e dal Messaggero Veneto Scuola.

La frase prende spunto da una citazione di George Carlin: “Mi piace quando un fiore o un piccolo ciuffo di erba crescono attraverso una fessura nel cemento. E’ cosi` dannatamente eroico”.

E, diteci, cosa c'è di più eroico che la richiesta unanime da parte dei nostri poeti in erba di impegno per salvare la Terra? Loro sono in prima fila, non si tirano indietro ma si dicono pronti a curare e difendere il nostro mondo ammalato. Non manca mai nei loro componimenti (non tanto alla ricerca delle rime quanto delle emozioni, del “sentire”) la speranza di vedere rifiorire la vita che lotta contro chi sembra volerla spegnere a tutti i costi.

C'è chi si inventa pozioni (laboriose e di origine controllata) per trovare la felicità, rimedio al “grigio” e al “brutto” che l'uomo ha prodotto e continua a produrre (grigio come “l'asfalto che le fa male alla schiena” e “le macchine che le danno un gran peso”).

C'è chi invece si siede sul prato e resta ad ascoltare o chi prova a giocare e scopre una compagna dispettosa. Insomma, la nostra schiera di piccoli poeti si sente ancora in sintonia con la natura, percepisce la sua saggezza e la forza della vita. E' certa che (proprio come quei diciannove paladini dell'ambiente) ci riusciremo a salvare questa nostra bella Terra!

Eccovi allora i sette finalisti della categoria “singoli” e altrettanti della categoria “classi” che sfilano su queste pagine non soltanto per mostrare la loro bravura ma per richiamare noi adulti ai nostri compiti, alle nostre responsabilità non più prorogabili.

Immergetevi tra le parole profumate che descrivono i fiori, l'erba, i colori delle stagioni, doni preziosissimi che dovremmo preservare proprio per goderne ora e per le generazioni future. Il seme è stato gettato e, a quanto pare, ha attecchito proprio come quel piccolo semino interrato da mani piccine e poi dimenticato, che aveva in sè la cosa più potente del mondo: la forza della vita che deve sempre trionfare!

Vi diamo appuntamento al 4 giugno, in occasione della manifestazione cittadina “La notte dei Lettori”, nel piazzale antistante alla Libreria Ubik. Tra le quattordici poesie selezionate, la Giuria proclamerà il primo, secondo e terzo classificato della categoria “Singoli” e il primo classificato della categoria “Classi”. Al vincitore della categoria “Singoli” e alla vincitrice tra le classi la Libreria Ubik consegnerà un kit di libri.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi