Breast unit per sconfiggere il cancro al seno

All’auditorium della cultura friulana l’incontro per i 40 anni di fondazione dell’Andos nazionale

Si aprirà di fronte a una platea nazionale e internazionale il prossimo convegno curato dalla sezione goriziana dall’Andos-Associazione nazionale donne operate al seno.

Dal 26 al 28 maggio all’Auditorium della cultura friulana medici, infermieri, chirurghi ma anche ex malati si riuniranno per il 40esimo dell’Andos nazionale, nata nel 1976 a Trieste, e per i 30 anni del comitato goriziano. Si avrà così l’occasione per alcune riflessioni tecnico-scientifiche di una certa portata che potrebbero pure avere delle concrete ricadute nel goriziano. Non a caso, nel nosocomio cittadino, come spiegato ieri dal vicepresidente dell’Andos locale Adelino Adami, c’è da anni un’équipe interdisciplinare di senologia che lavora collaborando con i maggiori centri italiani del settore. Quello che manca è una “breast unit”, specializzata per i carcinomi al seno, che però potrebbe prendere piede con i prossimi sviluppi della sanità transfrontaliera.

«Se si unissero i 130 casi l’anno di Gorizia con il centinaio di Nova Gorica arriveremo a superare quella soglia regionale di 150 malate che ci consentirebbe di ottenere un’unità specializzata locale» ha detto Adami.

Ciò rappresenterebbe un altro tassello positivo in un trend che già vede una maggior sopravvivenza in chi ha superato un carcinoma mammario.

I casi registrati sono invece più o meno gli stessi da anni. Si sosterebbe poi un’eccellenza, dato che «curarsi a Gorizia non vuol dire avere meno di altre parti, dato che già ci sono ampi contatti esterni» specifica il rappresentante dell'Andos. Anche il prossimo convegno emerge per la rete di contatti esistenti, che avranno poi lo scopo informare tutti i professionisti del settore sulle ultime novità nel campo della diagnosi e della chirurgia medica e oncologica.

Oltretutto, «anche se la mortalità si sta riducendo, una donna ogni otto dovrà affrontare nella sua vita questo tipo di problematiche» ha aggiunto Adami.

Si tratta di 47mila casi annui in Italia, ma l’85% di chi ha ottenuto una diagnosi di tumore al seno è viva dopo 5 anni. La manifestazione, presentata ieri in Comune anche dalla presidente di Andos Gorizia Rosi Benedetic e dall’assessore Arianna Bellan, vedrà la partecipazione di Mauro Ferrari, uno dei massimi esperti mondiali che opera negli Usa per sconfiggere queste temibili patologie.

È un friulano attivo nel campo delle nanotecnologie. Le sue ultime ricerche hanno dato risultati incoraggianti che sono ora al centro del dibattito delle principali riviste specializzate internazionali.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi