In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Lo chef stellato Scarello: «Un’emozione unica servire la mia gente»

Il cuoco di Godia ha cucinato piatti tipici friulani e italiani. «Nemmeno un catering per Chanel ti dà queste sensazioni»

2 minuti di lettura

UDINE. «Ho l’adrenalina a mille. È un’occasione importante e ho lo stomaco chiuso». Per lo chef “stellato” Emanuele Scarello la festa del Messaggero Veneto rappresenta «uno dei più grandi appuntamenti per un uomo di cucina». «Nulla di paragonabile con un catering per Chanel o Luis Vuitton e Cartier – spiega –. Qua servo la mia gente. Sono friulano ed è un’emozione forte poter far gustare i miei piatti e poter lavorare nella mia terra».

Commosso ed emozionato: Scarello ammette che a pochi minuti dal gran galà del Messaggero Veneto «il cuore batte forte. Siamo a solo un chilometro dal nostro ristorante. È come quando giochi in casa – dice usando un termine calcistico – hai sempre paura di fare brutta figura».

Ad aiutarlo uno staff di 12 cuochi. Ognuno ha la sua postazione. Ognuno ha un compito registrato su un tavolo.

Entrare nel dietro le quinte di una cucina è come fare ingresso in un giornale. «C’è un direttore che ispira i temi della giornata e li firma e sono io, – spiega – e poi ci sono dei cuochi, dei redattori, che portano avanti i compiti. Sono loro la risorsa. É il lavoro di squadra che fa la differenza».

I preparativi, confessa lo chef, sono nati addirittura due mesi fa «quando ho avuto occasione di parlare con il direttore Tommaso Cerno. Ho capito una volta di più che questo giornale ha un respiro nazionale, che non è vero che noi friulani siamo un popolo chiuso. E che possiamo guardare alla nostra nazione che è fantastica».

Ed ecco quindi i piatti, frutto di una creazione che si ispira al Friuli, ma che poi tendono a ricordare i gusti tipici italiani.

Un incrocio di sapori che “acchiappa” la platea quando termina lo spettacolo, grazie a un incrocio di piatti e di vini, i migliori del Collio friulano e del Collio goriziano.

Ingresso d’obbligo con i tre tagli di affettati di crudo di San Daniele, per poi lasciare spazio a tre grandi classici italiani, una parmigiana avvolta in un cannolo croccante, una pasta al ragù, «Il piatto tipico italiano in cui tutti ci riconosciamo» e un raviolo con ragù di pezzata rossa cotto a bassa temperatura. Quindi un guanciale di marzo su una crema di montasio con patate di Godia «in ricordo del territorio in cui abbiamo il nostro ristorante “Agli Amici”», e infine il dolce ribattezzato “La Dolce Vita”, con crumble al cioccolato e crema di nocciola.

E poi i vini di Rodaro, Livio Felluga, Russiz Superiore e Marco Felluga, dalle “bollicine” con uno spumante pinot, ai diversi uvaggi di Malvasia, Friulano, Malvasia, Sauvignon e Pinot Bianco, e i classici rossi Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Merlot.

«Non facciamo alcuna distinzione – spiega – tra primo e secondo. La nostra scelta è basata su tre colori, il verde che richiama il vegetariano, il marrone della carne e l’azzurro del pesce».

Scarello è anche un assiduo lettore del Messaggero Veneto «siccome viviamo nell’era del digitale e il Messaggero Veneto è un esempio in campo di innovazione l’ho messo tra i miei siti preferiti così ho potuto leggerlo anche alle Maldive. I 70 anni sono un traguardo importante. Raccontano i 70 anni di storia del Friuli e dell’Italia».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori