Ma ogni anno ci sono oltre 300 conversioni

Udine, il fenomeno dello sbattezzo esiste e non va sottovalutato, ma sarebbe una lettura miope quella che analizza il fenomeno senza tener conto del numero di “ricomincianti”

UDINE. Il fenomeno dello sbattezzo esiste e non va sottovalutato, ma sarebbe una lettura miope quella che analizza il fenomeno senza tener conto del numero di “ricomincianti”, ovvero battezzati che chiedono di completare il cammino di fede con Comunione e Cresima in età adulta o, ancora di più atei, agnostici, musulmani e perfino buddisti che si convertono alla fede cattolica e chiedono di ricevere i sacramenti: oltre 300 nella diocesi di Udine in un anno.

A fare il punto della situazione è padre Francesco Rossi, responsabile del servizio per il Catecumenato.

«Sono tante le persone che scoprono la fede in età adulta – assicura –. Gli adulti ricevono tutti i sacramenti insieme. Dal 2005, la notte di Pasqua l’arcivescovo accoglie i catecumeni che si presentano per ricevere i sacramenti, erano 13 nel 2016 e in questi anni hanno ricevuto il Battesimo nel duomo oltre 120 persone. Metà di loro è di origine albanese, emigrati in Italia da molti anni che dall’ateismo si sono avvicinati al cattolicesimo attraverso i figli, alcuni sono nigeriani, o comunque africani, ma fra i catecumeni ci sono anche cinesi, indiani, thailandesi».

Negli anni si sono registrate anche conversioni alla fede cattolica da parte di musulmani, ma su di loro il riserbo è assoluto: chi abbandona l’Islam solitamente lo fa senza renderlo noto in patria, dove i parenti potrebbero subire le conseguenze di queste scelte.

Comunque sia, il percorso di conversione alla fede cattolica non è affatto infrequente, anche se forse, è più silenzioso e discreto di uno “sbattezzo”. Sono in entrambi i casi fenomeni significativi secondo il professor Franco Fabbro, studioso di Teologia.

«Occorrerebbe analizzare il livello culturale di queste persone e la loro storia personale – osserva –. Da un lato va valutato se si tratta del frutto di scelte ragionate e di un percorso personale verso l’agnosticismo o l’ateismo, altro discorso se lo sbattezzo prelude al matrimonio con una persona straniera che ha un’altra fede religiosa. La conversione in età matura non è un fenomeno nuovo – sottolinea il professor Fabbro – un esempio su tutti è quello che riguarda Paolo di Tarso, riportato nella Bibbia. In una società globalizzata, del resto, anche l’accesso a diverse realtà culturali e spirituali e la minore aderenza alla religione del territorio sono fenomeni diffusi, sempre più spesso andando in chiesa si vedono solo persone anziane. Il fenomeno andrebbe analizzato e approfondito».(a.c.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi