In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

I profughi si confessano alla Bbc: «A Udine ci danno i documenti»

La tv inglese ha seguito i migranti nel viaggio dall’Austria al capoluogo friulano. I richiedenti asilo: «L’Italia è l’unico Paese Ue in cui possiamo ottenere i visti»

1 minuto di lettura

UDINE. Udine finisce sulla Bbc, la principale e più importante rete televisiva britannica. La corrispondente da Vienna della televisione inglese, Bethany Bell, ha infatti seguito il viaggio della speranza di un gruppo di richiedenti asilo da Villach sino a Tarvisio e da qui, poi, a Udine concentrandosi, nelle interviste, non soltanto sul prefetto Vittorio Zappalorto e sul sindaco Furio Honsell, ma anche su alcuni profughi ospitati nell’ex caserma Friuli.

Il servizio si intitola “La truce odissea dei migranti termina nella città italiana di Udine” e, come accennato, parte dalla stazione ferroviaria di Villach dove due richiedenti asilo salgono sul treno diretti a Tarvisio e qui, come tanti di loro in passato, vengono intercettati dalle forze di polizia italiana.

In questo passaggio, Bell, sottolinea un primo aspetto, peculiare, per quanto riguarda la nostra regione: «Mentre la maggior parte dei migranti che arriva in Europa cerca di dirigersi a nord verso Paesi come la Germania o la Svezia, in questa regione dell’Italia settentrionale il flusso viaggia nella direzione opposta».

Quindi si passa a Zappalorto che spiega come «dall’inizio di gennaio ci sono stati circa 5 mila migranti che sono arrivati, attraverso l’Austria, fino a Udine» e che «per lo più arrivano perché le loro richieste di asilo non sono state accettate in altri Paesi».

Dopo aver sottolineato come Udine abbia lottato per fermare nuovi flussi di migranti – e che due anni or sono molti di loro fossero costretti a dormire all’aperto mentre ora la città ha allestito per l’accoglienza una serie di ricoveri in appartamenti e in due vecchie caserme – il racconto arriva a Salaam, un afghano di 25 anni che nel 2009 ha vissuto in Gran Bretagna, prima di essere rimandato in Afghanistan.

Nel mese di maggio quindi, è arrivato a Udine, attraverso la rotta balcanica mentre alla domanda della giornalista sul perché non avesse presentato richiesta di asilo in Austria, o altrove, risponde di aver sentito dire che in Italia «ti danno i documenti».

Una posizione ribadita, più avanti nelll’articolo, anche da un altro profugo e cioè il pakistano Hassan che spiega come «nonostante lo standard di vita non sia molto buono», l’Italia è l’unico Paese dell’Ue che «può garantirti un futuro, perché dopo 2 o 3 anni ti danno i documenti».

Ma, si precisa, arrivare al termine dell’intero processo non è facile e il risultato positivo non è certamente automatico. E in fondo come spiegato da Honsell «molti di loro vedono Udine come la loro ultima possibilità» e «pensano che l’Italia rappresenti una chance» di vita migliore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori