Facecjoc lancia la nuova Fc language community

Ogni utente potrà partecipare alle traduzioni dell’intera piattaforma nella propria lingua o dialetto di appartenenza

UDINE. Dopo mesi di lavoro facecjoc è pronto a lanciare dalla mezzanotte di oggi la nuova Fc Language Community. Con questo sistema, ogni internauta che lo desidera potrà partecipare alle traduzioni dell'intera piattaforma di Facecjoc nella propria lingua / dialetto di appartenenza.

Il procedimento è molto semplice : una volta richiesto allo staff di partecipare al progetto e verificata l'identità del richiedente, navigando nel sito comparirà a fianco ad ogni comando statico una casellina dove inserire la relativa traduzione nella lingua dialetto scelto.

Basterà quindi digitare la parola o la frase tradotta per far imparare a Facecjoc, in tempo reale, la nuova definizione.

Un piccolo menu laterale indicherà anche la percentuale di traduzione globale raggiunta ed una chat live e sistema di messaggistica metterà in comunicazione tutti coloro che stanno lavorando su quella traduzione per lo scambio di opinioni e supporto reciproco.

«Con questo sistema - dichiara Gianluca De Bortoli, fondatore di facecjoc - ancora una volta dimostriamo di essere a disposizione dei suoi utenti e le loro richieste , come già avvenuto per il tasto non mi piace e per la possibilità di sapere chi ha visionato il proprio profilo. Stiamo offrendo un social “creato” da ogni singolo utente registrato».

Fc language community oltre ad accelerare il processo di completamento delle traduzioni, apre la possibilità di integrazione di qualsiasi forma linguistica e dialettale senza alcun limite.

«Dalle varie richieste che costantemente ci arrivano inoltre, sono anche sicuro che si formeranno vari gruppi di studio, e le varie associazioni dialettali già iscritte sul social potranno dare sfogo alle loro richieste di integrazioni di dialetti considerati minoritari, creandoseli autonomamente semplicemente navigando sul sito - continua De Gortoli – siamo attualmente l'unico social al mondo nel mettere a disposizione questo sistema».

In questi giorni facecjoc sta collaudando 3 lingue considerate antiche: latino, greco antico e aramaico. «L'inserimento di queste 3 lingue antiche vuole avere scopo didattico: di certo non sarà un'insegnamento didattico di alto livello, ma potrebbe aiutare molti studenti a navigare nel sito, divertendosi imparando qualcosa. Tutti i nuovi “translator” verranno aggiunti alla lista dei vari sistemisti , programmatori e traduttori che in questi anni hanno contribuito a far crescere Facecjoc ed elencati nella lista di “contributors” di facecjoc.

Video del giorno

L'Aston Villa batte lo United e i suoi tifosi prendono in giro l'esultanza di Ronaldo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi