Arrivano le nuove fogne Chiarisacco si ribella

I residenti della frazione di San Giorgio di Nogaro temono gravi disagi Verranno chiesti chiarimenti al Cafc. Nessun collettore passerà per Zuccola

SAN GIORGIO DI NOGARO. Nessun collettore fognario per il recepimento delle acque nere provenienti dai comuni più a Bicinicco, Gonars e Porpetto, passerà per la storica frazione di Zuccola. La conduttura attraverserà invece l’abitato delle frazione di Chiarisacco, come previsto dal progetto iniziale redatto dal Consorzio acquedotto Friuli centrale (Cafc), per andare a concludersi all’impianto di depurazione di San Giorgio di Nogaro.

Ricordiamo che il collettore principale che porterà le acque nere di questi comuni, verrà infatti costruito bypassando il centro storico di Porpetto e si congiungerà nella rotatoria di via Chiarisacco passando da via Foredana e successivamente in pressione sotto la Strada regionale 14, fino ad arrivare all’impianto di depurazione in zona industriale, come previsto dal piano generale delle fognature.

Sospiro di sollievo per gli abitanti di Zuccola, ma non per quelli della limitrofa frazione di Chiarisacco che temono gravi disagi, ma soprattutto lo sventramento della altrettanto storica frazione. C’è molta apprensione tra la gente che si aspetta di essere adeguatamente informata dal Cafc.

Ora, secondo quanto affermato dal sindaco di San Giorgio, Pietro Del Frate, rispondendo ad una interrogazione del consigliere di minoranza Enzo Bertlodi che qualche mese fa aveva sollevato il problema di Zuccola, si evidenzia che il progetto, che coinvolgeva l’abitato di Porpetto, è stato modificato nel percorso, nel senso che per il centro storico ci sarà una normale fognatura invece di un collettore. Questo eviterà così il riaccendersi delle proteste degli abitanti che erano letteralmente scesi in piazza per bloccare i lavori. L’impossibilità di attuare l’opera è legata alle particolare conformazione del terreno (risorgive) e delle abitazioni medievali.

Va detto che essendo il Friuli Venezia Giulia tra le regione soggette a infrazione comunitaria per la questione delle depurazione, il Cafc sta procedendo velocemente nella realizzazioni delle nuove reti di acque nere al fine di evitare pesanti sanzioni che inevitabilmente ricadrebbero sulle tasche dei cittadini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi