Su Instagram il Friuli fotografato dai ragazzi

Luca Della Savia, artefice con altri 5 giovani de Il vento del Freeul che coinvolge i followers nella creazionedell’album

Dalle montagne della Carnia ai laghi di Sauris e Cavazzo, passando per Udine e Pordenone fino alla laguna di Grado e al Carso triestino: sono solo alcuni dei tanti scorci del Friuli fotografati e condivisi su Instagram da gruppi di appassionati fotografi con l’intento di diffondere le bellezze paesaggistiche della nostra regione.

Stiamo parlando delle cosiddette community di Instagramers - nome con cui si designa questo gruppo di utenti che utilizza spesso questo social network - presenti sul nostro territorio e facenti capo a gruppi di utenti che offrono istantanee della nostra regione da prospettive più intime e soggettive, fornendo quindi una visione più ravvicinata della cultura locale. A rendere più immedÈiata la loro visibilità e diffusione nella rete contribuisce l’utilizzo dei cosiddetti hashtag (contraddistinti dal simbolo #) e tag che - per chi non fosse esperto di social media - non sono altro che delle etichette che accomunano foto o video riguardanti un tema specifico.

In Friuli, accanto ai tag più popolari (come #igersfvg #FVG), ne sono stati lanciati di nuovi collegati a profili di fotografi amatoriali che immortalano angoli friulani meno noti e spesso ignorati dai canali ufficiali di promozione turistica, unendovi brevi pensieri, citazioni e aneddoti.

Tra questi spicca quello di Luca Della Savia che, unendo la passione per la fotografia a quella dei social, è riuscito a creare un vero e proprio diario di viaggio (@luche_dal_nord e su facebook: “Photos dal Luche”) coinvolgendo altri 5 ragazzi (@intothewild, @stevendebenedetti, @shaytan21, @giuliajuly, @mademoiselle_polly) provenienti da diverse parti del Friuli, con i quali si è reso poi artefice di un progetto fotografico dal titolo “Il vento del Freeul”, presente sia su Instagram che su Facebook.

Lo scopo non è solo quello di mostrare ai “followers” luoghi poco valorizzati, sebbene molto suggestivi, del nostro territorio, ma anche quello di renderli partecipi invitandoli a contribuire a questo grande album fotografico (ogni settimana viene infatti proposta dal gruppo una tematica diversa, alla quale il pubblico si ispira per scattare le proprie foto per poi pubblicarle utilizzando il tag del progetto).

Per saperne di più, noi della redazione del MV scuola caricheremo a breve una video intervista a Luca sui nostri canali web insieme ad una fotogallery.

Nel frattempo, vi invitiamo a vedere alcune delle loro foto esposte al locale “Bastian Contrari” a Gemona in via Cavour 17 o visitare i già citati profili social di Luca e del progetto “Il Vento del Freuul” dai quali abbiamo selezionato alcuni hashtag che vi permetteranno di scoprire le centinaia di foto suggestive della nostra regione: #ilventodelfreeul, #seiasauris, #saurisforyou, #somewherefvg, #lamagiafuoridallaporta, #aspassoperilfvg.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ucraina, modella brasiliana va in guerra e muore durante un attacco russo: l'ultimo video su TikTok

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi