Quelli che scesero in piazza

Cinquant’anni fa, giusti giusti. Dobbiamo partire da lì per inquadrare la situazione universitaria di adesso