In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Il sogno di Luca diventa realtà: venti giorni nello staff di Cracco

Cervignanese, 18 anni, studente all’alberghiero Stringher, ha svolto uno stage nel ristorante milanese della star «Ho lavorato tanto, è stata una grande opportunità e ora ho una speranza. Lui è severo, ma molto gentile»

2 minuti di lettura

CERVIGNANO. È riuscito a far diventare realtà il suo sogno nel cassetto, grazie all’intraprendenza e alla determinazione. È partito da Cervignano diretto a Milano. Destinazione il “Ristorante Cracco”, dal 2007 nell’élite dei 50 migliori ristoranti del mondo, del noto chef Carlo Cracco, implacabile e temutissimo giudice del fortunato programma televisivo “Masterchef”. Lui si chiama Luca Garofalo, ha 18 anni, abita a Cervignano con il papà Antonio e studia all’istituto Stringher di Udine, settore alberghiero dell’enogastronomia. Luca, grinta da vendere, è riuscito nell’impresa: tre settimane di stage all’interno del ristorante milanese di Cracco, un vero e proprio templio dell’alta cucina.

Tutto è iniziato in giugno, in una sera d’estate. «Ho sempre avuto una grande passione per la cucina – racconta Luca – . Mi sono iscritto alla scuola alberghiera con la speranza, un giorno, di riuscire a far diventare realtà il mio sogno. In terza superiore ho avuto l’opportunità di fare uno stage a Cortina. Lo scorso anno, sempre a Cortina, per due settimane ho frequentato uno stage all’hotel Miramonti, uno dei migliori. A giugno sono stato a Milano, ero con due amici. Volevo conoscere di persona lo chef Carlo Cracco e assaggiare la sua cucina e così siamo andati a cena nel suo ristorante. Ho avuto la fortuna di trovarlo sul posto. Alla fine della cena, armato di coraggio, sono andato in cucina e mi sono presentato». Luca, oltre a stringere la mano allo chef Cracco, gli ha anche consegnato il suo curriculum vitae. «È stato gentile e disponibile. Dopo due mesi la sua segretaria mi ha chiamato. Dal 7 al 27 novembre ho potuto fare uno stage nel suo ristorante. Mi sono presentato il giorno prima e mi hanno dato tutte le direttive, a cominciare dall’abbigliamento: giacca bianca e pantaloni rigorosamente neri».

Appena arrivato Luca ha iniziato subito a lavorare, pieno di entusiasmo e di voglia di fare. «All’inizio mi hanno fatto sgusciare le uova. Durante i primi giorni ho svolto le mansioni più semplici e poi, dopo circa una settimana, ho cominciato a montare la crema olio, una preparazione che richiede particolare impegno, a lavorare il pesce, gli impasti per le focacce e a fare tante salse e creme. Un’esperienza bellissima, molto formativa». Tre settimane a dir poco intense, di cui Luca ricorda ogni singolo attimo. «Ho lavorato tanto e mi sono impegnato. Non dimenticherò mai questa grande opportunità. Alla fine dello stage, il sous chef Luca Sacchi mi ha detto di tornare a trovarlo dopo il diploma. Diciamo che ho una speranza».

Inutile dire che Carlo Cracco, per Luca, è diventato un mito. Di lui ammira la genialità, il carisma e anche la gentilezza. Nulla a che vedere, dunque, con il Cracco televisivo, che, a Hell’s Kitchen Italia, non di rado lanciava piatti e padelle. «È severo, ma anche molto gentile e pacato – assicura Luca – . Sono stato il primo in regione a poter fare questa esperienza. Ne sono orgoglioso». Luca ha ripreso a studiare e aspetta il giorno in cui potrà tornare in quel ristorante. Lo aspetta un futuro tutto in discesa. C’è da scommetterci.

I commenti dei lettori