In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Viaggi e gioielli, condanna con sconto a Tononi

La Corte dei conti di Roma: l’ex Pdl deve 24 mila euro alla Regione. Salvi i rimborsi per i parenti di Giorgio Almirante

2 minuti di lettura

UDINE. Una condanna con sconto di mille euro, “salvi” grazie alla fede politica per Giorgio Almirante. Piero Tononi, ex consigliere regionale del Pdl, oggi capo segreteria del gruppo consiliare in Regione di Forza Italia, dovrà restituire alle casse pubbliche 24 mila euro per “spese pazze” riferite agli anni 2010, 2011 e 2012. Così ha stabilito la sezione giurisdizionale d’Appello della Corte dei conti.

I giudici romani hanno esaminato il ricorso presentato da Tononi che, nel luglio 2014, si era visto condannare dalla sezione giurisdizionale del Friuli Venezia Giulia al risarcimento a favore della Regione di quasi 25 mila euro.

La procura regionale della Corte dei conti, guidata da Tiziana Spedicato, aveva contestato a Tononi diversi rimborsi, accusandolo di danno erariale per colpa grave, perché per i magistrati aveva utilizzato fondi pubblici senza giustificazioni precise e non nell’interesse del gruppo consiliare del Pdl.

L’ex consigliere ha dovuto spiegare spese di viaggi per quasi 8 mila euro, altrettanti per finte spese di rappresentanza – a detta della Procura contabile – e quasi 13 mila euro per iniziative di divulgazione dell’attività e dei programmi del gruppo.

Tononi, difeso dagli avvocati Guido Barzazi, Giovanni Borgna e Andrea Manzi, ha spiegato e motivato, ha tirato in ballo «le prerogative di autonomia di rango costituzionale che sono proprie dell’organo consiliare», ha ribadito che tutte le spese contestate erano state sostenute nell’ambito dell’azione politica e che lui aveva fatto ciò che facevano tutti, secondo la prassi, consegnare cioè ricevute e scontrini senza dover motivare gli acquisti nei dettagli.

L’ex Pdl ha infine portato a prova a suo favore anche la sentenza del 18 aprile 2016 con cui il Gup di Trieste lo aveva assolto, in sede penale, dall’accusa di peculato.

Niente da fare. Per i giudici romani la sentenza di primo grado è corretta e Tononi deve risarcire il Consiglio regionale.

I magistrati spiegano che non poteva essere considerata legittima una spesa caratterizzata da insufficienza di motivi giustificativi, tali da non permettere di collegarla all’attività del gruppo consiliare.

Il collegio giudicante qualifica quindi la condotta dell’ex consigliere come inadempiente rispetto all’obbligo di dar conto del modo in cui ha gestito le risorse pubbliche. Sono state bollate come illegittime le spese di ristorazione (3 mila euro), per acquisti in supermercati di Gorizia e Trieste (4 mila 134 euro), i pagamenti disposti a favore dell’associazione triestina Dream (4 mila 535 euro) e i rimborsi per pernottamenti per due persone, taxi e parcheggi.

«D’altronde – scrivono i magistrati – resta assai difficile comprovare l’inerenza all’attività istituzionale del gruppo di rimborsi ottenuti per spese effettuate presso gioiellerie, in negozi di calzature, di abbigliamento maschile e femminile».

Il collegio ha invece “salvato” mille e 5 euro ottenuti da Tononi come rimborso delle spese sostenute il 27 e il 28 marzo 2011 per dare ospitalità all’albergo Duchi d’Aosta di Trieste, ai parenti di Giorgio Almirante (consigliere comunale a Trieste alla fine degli anni ’70), perché in quei giorni sulla figura del politico era stato organizzato un convegno, promosso dalla Fondazione Almirante, con il patrocinio del Comune di Trieste e in collaborazione con il gruppo consiliare in Regione del Pdl. Il resto dei rimborsi no, Tononi deve renderli al Consiglio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori