Ruda, danneggiato il cippo dedicato ai partigiani

Vandali in azione l’altra notte: rimosse alcune lettere dei nomi e anche le parole “assalto fascista”

RUDA. Vandali all’opera, la scorsa notte, a Saciletto di Ruda. I soliti ignoti, non a caso in occasione del “Giorno della memoria”, hanno visibilmente danneggiato il cippo dedicato ai partigiani fucilati dai fascisti, che si trova lungo la strada che da Saciletto porta a Cervignano (peraltro un’arteria particolarmente trafficata).

I vandali, utilizzando presumibilmente uno scalpello, hanno rimosso alcune lettere dei nomi e dei cognomi dei partigiani e anche le parole “assalto fascista”.

«Probabilmente – commenta il sindaco di Ruda, Franco Lenarduzzi – è un tentativo di dimostrare che non sono stati i fascisti a fucilare i partigiani. Un vero e proprio oltraggio alla memoria».

Il fatto, che l’amministrazione comunale rudese definisce gravissimo, è stato denunciato ai carabinieri.

Anche il presidente dell’Anpi di Ruda, Mauro Valeri, ha stigmatizzato l’accaduto.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi