Ricordato Oreste Salomone aviatore e Medaglia d’oro

GONARS. A Gonars fine settimana dedicato alla memoria di Oreste Salomone, prima medaglia d’oro dell’Aeronautica militare italiana la cui impresa è immortalata sul grande bassorilievo in bronzo...

GONARS. A Gonars fine settimana dedicato alla memoria di Oreste Salomone, prima medaglia d’oro dell’Aeronautica militare italiana la cui impresa è immortalata sul grande bassorilievo in bronzo posizionato presso le scuole medie del paese. Il capitano, di ritorno da un raid aereo su Lubiana nel 1916, fu intercettato dai caccia tedeschi e, benchè ferito, riuscì a riportare il suo mezzo in Italia e ad atterrare nel campo di aviazione di Gonars, riconducendo in patria anche i corpi dei suoi commilitoni. L’impresa meritò la copertina della Domenica del Corriere e la citazione nel “Notturno” di Gabriele D’Annunzio.

Il Comune di Gonars, assieme all’Associazione arma aeronautica di Palmanova, sabato, nella palestra di base, davanti al presidente del consiglio regionale Franco Iacop, ha organizzato la presentazione del libro “Il campo di aviazione di Gonars” di Fabio Franz e l’inaugurazione della mostra fotografica “L’aviazione nella grande Guerra”. Ieri mattina invece si è tenuta la cerimonia commemorativa, alla presenza del consigliere regionale Vittorino Boem, dell’assessore provinciale Beppino Govetto, delle autorità militari dell’Aeronautica, dei rappresentanti dell’Istituto comprensivo e delle associazioni combattentistiche e di circa 300 persone. Durante la commemorazione sono state distribuite cinquantacinque medaglie a ricordo dei caduti della Grande Guerra, ai familiari convenuti dalle provincie di Bari, Crema, Bergamo e Macerata. Particolarmente toccante la consegna dei riconoscimenti ai congiunti di cinque fratelli della famiglia Carrara di Aviatico (in provincia di Bergamo), tutti deceduti o feriti durante quel conflitto. (m.del m.)

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi