Il Linussio guarda alla Cina ed è sempre più internazionale

Codroipo: dagli stage scuola-lavoro a Cambridge all’inglese parlato con giovani ospiti stranieri La 21enne Bay resterà sei settimane prima di trasferirsi a Shangai per frequentare un master

CODROIPO. Una scuola superiore sempre più internazionale, il Linussio di Codroipo. Che guarda all’Inghilterra per avviare alcuni stage alternanza scuola-lavoro a Cambridge. Che stringe collaborazioni con le imprese del Friuli Venezia Giulia. Che “parla” inglese e, attraverso la presenza di studenti stranieri, uno originario dell’Egitto l’anno scorso e una dalla Cina quest’anno, guarda al mondo.

Le docenti Katia Odorico e Federica Travagin, referenti del progetto di mobilità “Educhange”, rispettivamente del liceo scientifico e dell’istituto tecnico economico, hanno deciso di aderivi anche quest’anno nell’ottica di una sempre maggiore internazionalizzazione dell’istituto.

Vi partecipano anche le classi seconde e terze del professionale per i servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, guidate dalla docente Barbara Scottà.

La finalità, come spiegano le docenti, è l’educazione alla diversità, alla multiculturalità e al miglioramento della competenza comunicativa in lingua inglese.

Quest’anno la scuola ospita – per sei settimane – Bay, una ragazza cinese di 21 anni che è prossima al conseguimento della laurea in giurisprudenza e a settembre proseguirà gli studi con il master all’università di Shangai.

Bay partecipa attivamente alle attività didattiche usando come unica lingua di comunicazione l’inglese. Queste lezioni permettono così ai ragazzi di entrare in contatto con usi, costumi e con una realtà politica, sociale ed economica diversa dalla propria.

Un’opportunità di confronto quotidiano che consente agli allievi di crescere sia come persone, sia come cittadini di un mondo sempre più “globale”.

«Ringraziamo il dirigente scolastico Giovanni Francois e tutto il personale docente, amministrativo e Ata dell’istituto che hanno accolto con entusiasmo questa iniziativa – affermano le docenti Odorico e Travagin –. Un particolare ringraziamento, inoltre, è rivolto alle famiglie che ospitano Bay e le permettono di conoscere la nostra regione e le sue tradizioni».

«E grazie – concludono – a tutti gli allievi per la grande disponibilità dimostrata nei confronti di Bay».

Insomma, si ampliano i corsi formativi, si impara un mestiere sul campo e si consoilodano contatti con altri Paesi attraverso l’avvio di nuovi percorsi di studio e di nuovi indirizzi finalizzati a far acquisire ai ragazzi competenze mirate per avvicinarsi al pianeta-lavoro.

Anche su scala internazionale guardando all’Inghilterra, all’Egitto o alla Cina. E al resto del mondo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi