Spese pazze in regione Fvg, Camber assolto in appello

Secondo i magistrati manca la dimostrazione della colpa grave. In primo grado era stato condannato a risarcire oltre 16 mila euro alla Regione

UDINE. Colpa grave, ma anche dolo. Così la Sezione giurisdizionale della Corte dei conti del Fvg nel giugno 2014 aveva condannato l’ex consigliere regionale del Pdl, Piero Camber, a risarcire 16 mila 332 euro alla Regione.

Quei soldi – per i magistrati Alfredo Lener (presidente del Collegio), Paolo Simeon e Giancarlo Di Lecce – erano rimborsi ottenuti nel 2011 in modo illegittimo da Camber, perché “mascherati” come spese di rappresentanza e invece utilizzati per fini personali.

In appello i magistrati rovesciano il primo verdetto e assolvono Camber – oggi capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale a Trieste –, perché manca la dimostrazione della colpa grave. La sentenza romana è stata pronunciata il 16 febbraio.

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi