In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Pellegrini: «Gesù risorto illumina il mondo contemporaneo tra guerre e terrorismo»

Nei messaggi pasquali del vescovo di Pordenone anche un invito a respingere la tentazione dell’egoismo e ad aprirsi agli altri

2 minuti di lettura

PORDENONE. «Gesù risorto è vivo e anche oggi illumina il mondo contemporaneo, spesso privo di serenità e di speranza. Paesi dilaniati dalla guerra e dal terrorismo, cristiani che vengono barbaramente trucidati, intere popolazioni che non hanno cibo e cure sanitarie, ma anche giovani vittime della della mondanità e del facile guadagno e adulti e famiglie racchiuse dentro la logica di una cultura del provvisorio».

Lo ha affermato il vescovo di Pordenone, monsignor Giuseppe Pellegrini, nell’omelia pasquale. «Tale logica, talvolta, rischia di sedurre anche noi! Gesù è vivo, e risorto e cammina con noi. Questo messaggio di speranza non è uno tra i tanti, né una pubblicità che cerca di persuadere, ma è il grido che l’umanità di oggi ha bisogno di sentire. Non occorrono gesti eroici, o straordinari, ma la capacità di condividere con gli altri quello che siamo».

Un invito a respingere la tentazione dell’egoismo e ad aprirsi agli altri. Un messaggio pasquale, quello ribadito del presule della diocesi pordenonese, che ha trovato spazio anche nell'omelia della veglia pasquale, nella cattedrale di Concordia .«È necessario vincere la paura e andare a cercare Gesù, iniziando proprio dalla sua tomba, dalla sua morte. Non possiamo scappare via e dimenticarci delle sofferenze di tante persone, fuggire dal bisogno degli altri e chiuderci in noi stessi».

«Spesso anche la nostra vita è avvolta dal buio. È il buio dei tempi difficili come il nostro, il buio della sofferenza e della malattia e quello più terribile della morte - ha sottolineato il vescovo -. Ma è anche il buio dell’egoismo che ti impedisce di vedere gli altri, soprattutto quelli che soffrono. Il fuoco al quale abbiamo acceso il Cero Pasquale e le nostre candele, sono segno di Cristo risorto».

«La Pasqua ha la forza di cambiare la nostra vita, di guidare i nostri passi e di orientare il nostro cammino, perché ci comunica la gioia della speranza e la forza della risurrezione - ha aggiunto monsignor Pellegrini -. Il Risorto, luce di speranza per il mondo, ci fa risorgere da ogni disperazione e da ogni sconforto se ci apriamo a lui nella fede, se ci mettiamo in ascolto della sua Parola, se riceviamo la sua vita nei Sacramenti e se ci apriamo all’amore e alla solidarietà con tutti, in particolare con i fratelli e le sorelle che sono nella sofferenza, nello sconforto e nel dolore, fisico, morale e spirituale».

«Abbiamo tutti qualcosa di nuovo da dire e da donare. Abbiamo una speranza per il mondo, una luce nel buio - ha concluso il presule -. Non diciamo di non essere capaci e di non sapere cosa dire e come fare. Lasciamo che sia la forza dello Spirito di vita che Gesù ci ha comunicato con la sua risurrezione a parlare in noi. Il mondo ha bisogno di noi e della nostra testimonianza; Dio ci metterà nel cuore e sulle labbra le parole da dire. Diventiamo profeti della risurrezione che rivela al mondo l’amore che Dio ha per tutti noi».

I commenti dei lettori