In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Mafia, inchiesta su voto di scambio nelle elezioni 2012 a Lignano

È stata avviata dalla Procura distrettuale antimafia di Trieste. In prossimità del voto si sarebbe verificata una migrazione organizzata dalla Campania con nuclei familiari che avrebbero ottenuto la residenza. Sarebbero state spostate 400 preferenze a vantaggio dell’allora vicesindaco, Giovanni Iermano, risultato poi primo fra gli eletti

1 minuto di lettura

LIGNANO. Un'indagine su «evidenti irregolarità» del voto amministrativo del Comune di Lignano Sabbiadoro nel 2012 è stata aperta dalla Procura distrettuale antimafia di Trieste ed è tuttora in corso.



Lo rivela la Direzione nazionale antimafia nella Relazione 2016 presentata oggi, giovedì 22 giugno, dal procuratore nazionale Antimafia e antiterrorismo, Franco Roberti, e dalla presidente della Commissione antimafia, Rosy Bindi.

Fra il 2011 e il 2012 - si legge nel documento - in prossimità del voto comunale si sarebbe verificata una «organizzata migrazione» dalla Campania a Lignano, con nuclei familiari che avrebbero ottenuto la residenza a pochi mesi dal voto.

Sarebbero così state spostate circa 400 preferenze a vantaggio - afferma la Direzione nazionale antimafia - dell'allora vicesindaco, Giovanni Iermano, poi risultato primo fra gli eletti in consiglio comunale.



Nell'inchiesta risulterebbe coinvolto anche l'allora comandante della Polizia municipale, Giorgio Vizzon, il quale tuttavia ha negato di aver ricevuto un avviso di garanzia.

La Dna segnala «l'originalità di una pratica che sfugge ai consueti dettami del voto di scambio, trattandosi di una vera e propria falsificazione del dato elettorale e di un attentato ai diritti costituzionali dei cittadini di Lignano, almeno di quelli autoctoni».

Il vicesindaco avrebbe ottenuto la presidenza della Commissione edilizia di Lignano Sabbiadoro, deputata soprattutto alla stesura e alla variazione del Piano regolatore urbanistico.

«Stupisce - nota la Direzione nazionale antimafia - come tutto ciò sia potuto accadere senza che ciò destasse allarme nelle istituzioni locali.

Ciò rende lecito il sospetto che anche nel territorio del distretto triestino insistano zone di omertà amministrativa».

«La Dna di Trieste sta facendo in silenzio sforzi enormi, con tutti i reparti, per venire a capo di un'intricata matassa, composta anche da intrighi di sottobosco in una rinomata località balneare».

Lo ha detto il procuratore distrettuale antimafia di Trieste, Carlo Mastelloni, a proposito dell'indagine sul presunto voto di scambio a Lignano Sabbiadoro, citata all'interno della relazione annuale dell'Antimafia.

«Indagini come quella citata - ha aggiunto Mastelloni - devono proliferare in un territorio come in Friuli Venezia Giulia, che da decenni è oggetto di penetrazioni di tipo mafioso, sviluppatesi in più direzioni e sempre più ambiziose, ma per altrettanti decenni sottovalutate», ha concluso.
 

I commenti dei lettori