Catturato il secondo orso in Carnia: Elisio ha 4 anni e pesa 131 chili

L'orso Elisio prima della cattura (Foto università di Udine)

I ricercatori dell'università di Udine hanno bloccato l'animale per mettergli il collare satellitare. Dopo una "dormita", l'orso è tornato nei boschi

Si chiama Elisio, pesa 131 chili, ha circa 4 anni e frequenta le stesse zone di Francesco. È il secondo orso catturato dai ricercatori dell’università di Udine e dalle guardie forestali sulle pendici del monte Lovinzola, nelle Prealpi carniche, in comune di Verzegnis.

Elisio, il secondo orso in giro per la Carnia

L’animale è stato dotato di collare satellitare e ora viene monitorato passo passo dagli studiosi dell’ateneo friulano. L’orso porta il nome del cacciatore che per primo l’ha avvistato nei boschi di Verzegnis e che da oltre due anni fornisce notizie utili, oltre a campioni biologici e fotografie, per lo studio di queste specie.

L’operazione è scattata nella notte tra il 22 e il 23 giugno, quando l’animale è entrato nella gabbia posizionato lungo il percorso seguito dal plantigrado. L’orso è stato sedato e, con la collaborazione dei volontari dell’associazione “Il villaggio degli orsi” di Stupizza di Pulfero, sottoposto ai prelievi di sangue, pesato e dotato di collare satellitare. Alle due del mattino Elisio si è risvegliato grazie all’uso di un antidoto somministrato dal veterinario, e si è messo in cammino.

All’alba di venerdì 23 giugno era nei boschi del versante est del Monte Lovinzola dove, in un luogo riparato, ha trascorso la giornata. Nella notte tra venerdì 23 e sabato 24 è tornato a frequentare la zona della cattura per poi spostarsi, sabato e domenica, nella valle di Preone e da lì, verso ovest, si è avvicinato nuovamente a Francesco, l’orso con il quale Elisio interagisce da almeno un mese.

Adesso entrambi gli esemplari frequentano l’area dell’alta Destra Tagliamento compresa tra i Comuni di Ampezzo, Socchieve, Tramonti e Forni di Sotto. Attualmente in Carnia sono presenti due orsi dotati di collare rispetto all’intera popolazione regionale che conta tra i 7 e i 9 esemplari. Il gruppo di cattura era costituito da: Andrea Madinelli, Francesco Bertolini, Stefano Filacorda e Stefano Pesaro dell’università di Udine. Carlo Cussigh, dell'Ispettorato forestale di Tolmezzo e Mauro Azzini, entrambi del Corpo forestale regionale.

Alle operazioni ha dato il supporto logistico il team del Corpo forestale della Regione Friuli Venezia Giulia coordinato da Paolo Benedetti formato da Valter Colussa, direttore dell’Ispettorato forestale di Udine, e Stefano Verri, Edi Iob, Loris Noro dell’Ispettorato forestale di Udine. Per l’associazione “Il Villaggio degli orsi” erano presenti e hanno effettuato le misurazioni: Marta Trevisan, Sara Vezzaro, Riccardo Cumini, Yannick Fanin e Andrea Vendramin e Francesca Quai, studentessa del corso di laurea in Allevamento e Salute animale. Era presente anche Elisio Da Pozzo.

Video del giorno

Morte del sindacalista, schiaffo al responsabile della sicurezza in diretta tv

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi