In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

L’arte unirà i luoghi-simbolo delle due Gorizie

Progetto curato dalla Bsi e dalla biblioteca Bevk. Installazioni per riflettere sul futuro delle città

1 minuto di lettura
Un percorso costellato di installazioni artistiche a ottobre unirà i principali luoghi di interesse culturale di Gorizia e Nova Gorica grazie a un progetto curato dalle due principali biblioteche delle due città, la Statale isontina e la Bevk.

A confermarlo è Marco Menato, direttore della Bsi, che ha affidato l’iniziativa a un collettivo di artisti lombardo, il Gruppo Koinè, specializzato in eventi espositivi in luoghi insoliti e all’aperto. Il progetto, originariamente pensato a livello biblioteconomico, è coordinato da Giacomo Nicola Manenti in collaborazione con Bostjan Potokar, docente della facoltà di Belle arti dell’Università di Nova Gorica (ma che ha sede a Gorizia a Palazzo Alvarez), a cui è stato dato il compito di individuare artisti sloveni disponibili per tale operazione.

Tra quelli italiani figura anche il goriziano Ernesto Paulin, protagonista fin dal 1998 di molti interventi artistici alla Bsi. Proprio grazie a Paulin, Menato ha conosciuto un po’ per caso gli artisti lombardi, che si sono mostrati subito affascinati dall’idea di unire in un unico percorso le due città, evidenziando caratteristiche e peculiarità di quella “vecchia” e quella “nuova”.

«In realtà c’è anche il progetto di fondere i due cataloghi elettronici delle due biblioteche. Ormai sempre più italiani vanno a Nova Gorica alla Bevk, da quando è stata rinnovata è molto gradevole e moderna. Hanno giornali in tutte le lingue e anche diversi libri non solo in sloveno».

Ma se per arrivare a questo ci vorrà del tempo, per quanto riguarda l’altro progetto «gli artisti hanno già effettuato un rendering per le zone d’interesse», conclude Menato.

Le installazioni sono in progettazione e, da quanto riporta il direttore della struttura goriziana, saranno ben visibili e ispirate all’arte contemporanea. I costi, a quanto pare, non saranno alti e al momento hanno trovato il sostegno praticamente solo dalla parte slovena, dove le istituzioni coinvolte si sono dimostrate particolarmente sensibili al progetto. Il suo scopo va al di là dell’impatto estetico. L’intento è far riflettere sul passato comune ma anche sulle potenzialità future delle due città unite, colpendo la sensibilità dei passanti.

Oltre ai punti nodali di Gorizia e Nova Gorica, le opere troveranno spazio nelle due Biblioteche, per quanto i veri protagonisti rimarranno gli spazi aperti. La filosofia del collettivo lombardo promuove infatti lo scambio continuo e serrato tra l’opera d’arte e l’ambiente che la ospita. Il Gruppo Koinè immagina poi che le installazioni dialoghino (a volte in armonia, altre volte in voluto contrasto) con la storia, le problematiche e le caratteristiche del contesto in cui sono inserite.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori