Vaccini, il volere dello Stato conta più dei genitori. Camon: "Ecco cosa rispondo a chi mi ha sommerso di insulti "

Per l’articolo pro-vaccini, pubblicato sul Messaggero Veneto di giovedì 14 settembre, lo scrittore Ferdinando Camon ha ricevuto centinaia di mail di persone che gli hanno rivolto ogni tipo di insulti: “venduto”, “prezzolato”, “al soldo”, e molti anche “fascista”. Pubblichiamo qui la replica dello scrittore