Soldatessa cade da cavallo a Palmanova e si frattura il bacino

L’infortunio al maneggio di Contrada Savorgnan: la ragazza, di 21 anni, trasportata in ospedale a Udine. Le condizioni del Dragone del Genova non sono tuttavia gravi e la ragazza non ha perso conoscenza né subito dopo la caduta, né successivamente

PALMANOVA. È stata portata all’ospedale di Udine la giovane soldatessa caduta ieri da cavallo, a Palmanova, al maneggio di contrada Savorgnan. Si tratta di una ventunenne in servizio come Dragone al Quarto Genova, il Reggimento di Cavalleria di stanza nella città stellata, alla caserma Durli.

Erano circa le 12.20. La giovane dell’esercito stava svolgendo attività addestrativa equestre proprio negli spazi gestiti dal Centro Ippico Militare, nel centro storico di Palmanova. Per cause in corso di accertamento, all’improvviso, è stata disarcionata da cavallo ed è rovinata al suolo. È stata una brutta caduta. La ventunenne è stata immediatamente soccorsa dal personale del Cim presente in quel momento nella pista al coperto di contrada Savorgnan.


È stato quindi richiesto subito l’intervento dei sanitari; sul posto è arrivata un’ambulanza ed è stato fatto entrare in azione, a quanto pare in via precauzionale, l’elisoccorso. I medici hanno valutato le condizioni della giovane, che presentava diverse contusioni e traumi, e hanno deciso per il suo trasporto al Pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, anche per una sospetta frattura al bacino.

Le condizioni del Dragone del Genova non sono tuttavia gravi e la ragazza non ha perso conoscenza né subito dopo la caduta, né successivamente. All’interno del Genova Cavalleria vi è del personale che svolge attività equestre e che, allo scopo, si allena praticamente ogni giorno. L’attività, che naturalmente è legata alla storia del Reggimento di cavalleria, è finalizzata sia alla partecipazione ai concorsi ippici con i colori del Genova sia ad attività istituzionali di rappresentanza.

La giovane infortunatasi a Palmanova fa parte di questo gruppo di Dragoni. L’incidente è avvenuto nell’area di pertinenza del Centro ippico militare che, oltre al maneggio coperto di contrada Savorgnan, comprende il campo ostacoli di via Di Brazzà e, all’interno dell’ex caserma Ederle, la struttura che ospita i cavalli, il paddok esterno, un campo di lavoro in sabbia e uno spazio protetto da tettoia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi