L’archivio del terremoto sarà consultabile on line

La Regione finanzia la digitalizzazione dei documenti che raccontano la ricostruzione. Un patrimonio conservato in circa 3 mila scatoloni nel deposito a Gradisca d’Isonzo