In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Vademecum del buon sindaco: come vestirsi, stare e tavola e accogliere un ospite

Le regole sono contenute in una pubblicazione che la presidente del Friuli Venezia Giulia ha inviato a tutti i primi cittadini della regione

2 minuti di lettura

Fvg, il vademecum del buon sindaco: le regole della Serracchiani

UDINE. Un vademecum sul cerimoniale e il protocollo in uso fra enti territoriali: il titolo della pubblicazione è “Come fare quando… “ ed è stato inviato dalla presidente della Regione, Debora Serracchiani, a tutti i sindaci del Friuli Venezia Giulia. Contiene consigli su quale tipo di abbigliamento indossare, su come accogliere gli ospiti e come comportarsi a tavola. Insomma, è una sorta di galateo del buon amministratore.

Ecco i punti essenziali e cominciamo con l’igiene personale

  • Sì ad acqua, saponi e deodoranti
  • I profumi vanno usati con moderazione
  • Gli indumenti devono essere puliti e ordinati
  • Le mani curate, i capelli pulti e ordinati

Passiamo all’abbigliamento e analizziamo quello per la donna

  • Gonne al ginocchio e pantaloni
  • Maniche al gomito
  • Abiti sempre di colori tenui
  • Calze e scarpe chiuse anche d’estate
  • Pochi gioielli e poco profumo

E gli uomini?

  • Devono indossare un completo blu, grigio o gessato (a riga stretta), mai nero
  • Giacca chiusa, sobrietà nelle cravatte
  • Camicia azzurra a tinta unita o righino di giorno
  • La camicia bianca è prerogativa della sera o dell’abito da cerimonia
  • Calze scure al ginocchio e scarpe nere sempre legate

Cosa deve fare un sindaco quando riceve un ospite?

  • Ci sono precise posizioni e azioni da assumere e compiere per rispecchiare anche in senso fisico quelle differenze di sostanza che sempre ci sono e che riguardano gerarchie, potere, vicinanza o lontananza di intenti e sentimenti di più o meno amicizia
  • Più importante è l’ospite che si riceve, più il padrone di casa “si scomoda” allontanandosi dala propria scrivania per andargli incontro. Lo si accoglie sulla porta dell’ufficio se si è di grado gerarchicamente inferiore, al piano (in cima alle scale o alla porta dell’ascensore) se è pari grado o al portone dell’edificio se è di grado superiore
  • E’ opportuno che al portone ci sia sempre un addetto all’accoglienza che accompagni l’ospite al cospetto del padrone di casa
  • E’ sempre il subalterno che saluta per primo il superiore. Il sindaco è, dunque, tenuto a salutare per primo le autorità di grado superiore
  • La stretta di mano deve essere asciutta e decisa: meglio avere le mani curate, con dita curate e unghie non mangiucchiate, che denotano insicurezza. Deve protarsi per circa tre secondi oscillando di poco l’avambraccio vero l’alto e il basso. In questi brevi istanti di guarda negli occhi l’astante mentre si pronunciano le parole di saluto


Ma non finisce qui: ci sono regole da seguire (e non poteva essere altrimenti) anche a tavola

  • Si accosta la forchetta alla bocca e non la faccia al piatto. Se tra un boccone e l’altro si desidera un momento di pausa, le posate vanno collocate con le punte incrociate al centro del piatto e i manici posti come le lancette dell’orologio che puntano le 20.20. Pane e grissini si spezzano sul piatto.
  • Prima di bere ci si pulisce la bocca con il tovagliolo. Il collo della bottiglia va avvicinato al bicchiere senza toccarlo.





 

I commenti dei lettori