Tolmezzo e sport il “caso” Bombardier diventa politico

La vicenda di Luca Bombardier, il tredicenne campione di salto in alto costretto ad esercitarsi nel salotto di casa a causa della mancata sostituzione del saccone di allenamento danneggiato dalla...

La vicenda di Luca Bombardier, il tredicenne campione di salto in alto costretto ad esercitarsi nel salotto di casa a causa della mancata sostituzione del saccone di allenamento danneggiato dalla tromba d’aria abbattutasi sul campo di atletica di Tolmezzo, non desta solo simpatia e solidarietà: apre anche una ricerca di responsabilità su quanto accaduto.

Marco Lepre, tesserato Fidal e già consigliere comunale, punta il dito sulla Libertas, società per la quale Bombardier gareggia. E sul suo presidente Francesco Martini, che «se l’è presa con la burocrazia regionale, responsabile di aver escluso la sua società dalla graduatoria dei beneficiari dei contributi concessi per l’acquisto di nuove attrezzature sportive a causa della ravvicinata scadenza del contratto che le assegna la gestione del campo di atletica. Il fatto, come si può ben capire, è destinato ad avere delle conseguenze ulteriori, perché l’impianto tolmezzino rischia di rimanere privo di un’attrezzatura fondamentale, che potrebbe impedire in futuro di effettuare le gare di salto in alto, a partire dai prossimi campionati studenteschi. Giusto, quindi, chiedersi di chi sia la colpa e quale sia la reale causa di questo grave disservizio».


Per Lepre sarebbe evidente che le attrezzature sportive dell’impianto di atletica «appartenessero al Comune di Tolmezzo, proprietario della struttura. Non ci sarebbe stato alcun problema nell’assegnazione del contributo regionale e nella sostituzione del saccone».

Alcune attrezzature, invece, appartengono alla Libertas, società che gestisce la struttura. «Il Comune – si interroga Lepre – forse non ha presentato la domanda, lasciando la Libertas a beneficiare di questa opportunità? Martini, che oltre che presidente della società sportiva è stato fino a tre anni fa assessore comunale allo Sport, potrebbe chiarire questi aspetti. Questo per fugare ipotesi di un caso di cattiva politica e di amministrazione poco oculata e trasparente». (g.g.)

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi