Giro d’Italia, Froome trionfa sullo Zoncolan preso d’assalto da migliaia di tifosi

L'inglese ha vinto per distacco la 14ª tappa, da San Vito al Tagliamento allla salita più dura d'Europa, lunga 186 chilometri. L'altro britannico, Simon Yates, ha conservato la maglia rosa, giungendo secondo con una manciata di secondi di distacco. Fedriga: "Il prossimo anno ancora più tappe in Fvg"

OVARO. L'inglese Chris Froome ha vinto per distacco la 14ª tappa del 101° Giro d'Italia di ciclismo, da San Vito al Tagliamento al monte Zoncolan, lunga 186 chilometri, davanti a migliaia di tifosi e appassionati.

LEGGI LO SPECIALE SUL GIRO D'ITALIA 2018

L'altro inglese, Simon Yates, ha conservato la maglia rosa, giungendo secondo sul traguardo con una manciata di secondi di distacco.



Terzo Domenico Pozzovivo a 23”, quarto il colombiano Miguel Angel Lopez a 25”, quinto l'olandese Tom Dumoulin a 37”, sesto il francese Thibaut Pinot a 42”, settimo l'olandese Wout Poels a 1'07”, ottavo lo svizzero Sebastien Reichenbach a 1'19”, nono lo spagnolo Pello Bilbao a 1'35” e decimo il canadese Michael Woods a 1'43”.

Fabio Aru ha invece accusato un ritardo di circa 2'22”, piazzandosi nelle retrovie.


 

FROOME: "VITTORIA IMPORTANTE"

«Il Giro? Vediamo giorno per giorno, non è ancora finito». Così Chris Froome commenta ai microfoni della Rai la vittoria sullo Zoncolan.

«Era una tappa molto importante anche per il morale, per i prossimi giorni.



Era una salita famosa, con una grande storia e per quello era un obiettivo importante per me vincere qui», ha aggiunto il campione inglese in un ottimo italiano.

«Dopo la caduta prima della partenza è stato difficile recuperare, non mi sono più sentito normale.

Sono contento di aver vinto oggi, vorrei dire grazie ai miei compagni che hanno fatto un grande lavoro in queste due settimane.

Questa vittoria è per loro e per tutti i miei tifosi che mi hanno aiutato in questo periodo difficile», ha concluso Froome.

LA MAGLIA ROSA: "AVREI VOLUTO FARE DI PIU'"

«Sono felice e amareggiato allo stesso tempo, nel finale volevo provare a riprendere Chris e lottare per la vittoria di tappa».

Così Simon Yates, secondo sullo Zoncolan alle spalle di Froome e sempre più maglia rosa al Giro d’Italia, ai microfoni di Raisport.

«Domenica potrebbe essere una giornata per ottenere distacchi più importanti, molti pagheranno le fatiche di oggi», aggiunge il corridore britannico della Mitchelton-Scott.

POZZOVIVO: "PUNTO AL PODIO"

«Conoscevo questa salita, sapevo che non perdona e che bisogna centellinare ogni scatto.

Ho cercato di gestire, cercando di salire forte negli ultimi due chilometri. Froome è stato bravo ed è andato forte.

Se continuo così può essere l'anno giusto per il podio, anche se cercherò di vincere almeno una tappa».

Lo ha detto Domenico Pozzovivo, terzo nella classifica generale.

ANCHE FEDRIGA IN VETTA: "IN FUTURO PIU' TAPPE IN FVG"

«Lo Zoncolan diventa la capitale dello sport, delle comunità, della socialità e questo non può che fare bene alla regione perché è un momento per far conoscere i nostri territori». «Il Giro qui è di casa, tutto è iniziato sullo Zoncolan nel 2003: vogliamo che questo prosegua e si potenzi».

Lo ha affermato il governatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, all'arrivo della 14esima frazione della corsa rosa Con oltre duecento giornalisti e media presenti per la tappa odierna, di cui un centinaio stranieri, lo Zoncolan - osserva Fedriga - si conferma un poderoso veicolo di promozione turistica per il Fvg, una tappa da valorizzare e rendere ancora più grande.

A tal proposito il governatore ha sottolineato l'importanza di saper «sfruttare la scia dei grandi eventi sportivi per far vedere le nostre bellezze», in modo da attrarre un sempre maggiore numero di flussi turistici.

«Già adesso i dati sul turismo sono migliorati: siamo convinti - ha sottolineato Fedriga - che potremo rendere strutturale questo incremento a prescindere dalle situazioni internazionali che in questo momento ci hanno agevolato».

Per il futuro Fedriga pensa ad ancora «più Friuli Venezia Giulia nelle tappe del Giro», un obiettivo da costruire in prospettiva negli anni.

LA TAPPA DI DOMENICA 20

Domenica 20 maggio la 15esima tappa del Giro, da Tolmezzo a Sappada, lunga 178 chilometri, propone un'altra "scorribanda" nell'estremo Nord-est, tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto, visto che la corsa - oltre che la nostra regione - interesserà anche la provincia di Belluno.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi