Omicidio di Nadia Orlando, Francesco Mazzega condannato a trent’anni

Il Gup del Tribunale di Udine ha pronunciato la sentenza mercoledì 11 luglio. Il 36enne accusato di aver ucciso la fidanzata di 21 anni il 31 luglio dello scorso anno

UDINE. Francesco Mazzega è stato condannato a trent’anni di reclusione per l’omicidio della fidanzata Nadia Orlando.

COSA C'E' DA SAPERE SULLA VICENDA

Lo ha stabilito il Gup del tribunale di Udine, Mariarosa Persico, che ha letto la sentenza intorno alle 13.30 di mercoledì 11 luglio, dopo una camera di consiglio durata circa due ore.

Mazzega, 36 anni, accusato di aver ucciso la sera del 31 luglio scorso Nadia Orlando, la ragazza di 21 anni di Vidulis di Dignano, era presente in aula.

I VIDEO

L'udienza si era aperta con le repliche del pm Letizia Puppa, titolare del fascicolo, che lo scorso 3 luglio aveva chiuso la requisitoria chiedendo, appunto, la condanna di Mazzega a 30 anni.

Il pm aveva anche chiesto che fosse riconosciuta l’aggravante dell’omicidio commesso per futili motivi e che non fossero concesse attenuanti, arrivando così a formulare la richiesta di condanna al massimo della pena per il rito abbreviato.

Richieste accolte dal Gup con la sentenza pronunciata, come anticipato, dopo due ore di camera di consiglio.

Mazzega è stato condannato anche al risarcimento dei danni in favore delle parti civili costituite, da quantificare in separato giudizio, con una provvisionale di 200 mila euro ciascuno ai genitori di Nadia e 100 mila euro al fratello.

«Grazie a tutte queste persone. Hanno fatto veramente di tutto per aiutarci», ha ringraziato la mamma di Nadia, Antonella, abbracciando in aula, dopo la pronuncia della sentenza, gli investigatori della Squadra Mobile della Polizia di Udine che hanno condotto le indagini.

Ad affiancare la famiglia Orlando c'erano anche il sindaco di Dignano, Riccardo Zuccolo, e gli avvocati del Comune e dell'associazione Voce Donna Onlus di Pordenone costituiti parte civile. «Manca la parte principale. Manca Nadia», ha detto il papà Andrea commosso all'uscita dal tribunale.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi