Le fiabe ambientate in Friuli prendono forma con la lingua dei segni

Si amplia la biblioteca multimediale rivolta ai bambini e ai ragazzi di Radio Magica. Le audio-storie ambientate in regione prendono vita in video accessibili a tutti  

Le fiabe sono la mappa che traccia i sogni dei bambini. Ma se invece del mondo fatato Disney, una misteriosa avventura fosse ambientata ad Aquileia o tra i monti della nostra amata Carnia? E ancora: se le fiabe potessero essere “ascoltate” anche dai bimbi non udenti? No, non serve nessun incantesimo: per trasformare i sogni in realtà ci pensa Radio Magica con le sue storie dal Friuli Venezia Giulia. Questa volta però i sogni sono accessibili a tutti i bambini: il progetto guidato e voluto da Elena Rocco si è trasformato in una serie di video in lingua dei segni (Lis) per permettere anche ai non udenti di scoprire il proprio territorio attraverso le favole scritte da autori per bambini.

La realizzazione dei video e la scelta delle ambientazioni è frutto di una scelta dei piccoli alunni delle scuole primarie del Friuli. Ai bimbi è stato chiesto di scegliere tre luoghi della nostra regione a cui sono affezionati o che in qualche modo li incuriosiscono. Compilate queste tre cartoline, i luoghi sono stati sottoposti alla selezione dei curatori museali del nostro territorio e fatta poi una scelta: le rovine di Aquileia, l’altare di Ratchis a Cividale, le montagne e i lupi in Carnia. E ancora Marano Lagunare, la piazza di Gorizia e altre città della regione.

Costruire delle audio-favole per i bambini non udenti, però, non è cosa semplice. Come fanno sapere da Radio Magica, il traguardo si raggiunge a piccoli passi e soprattutto «si lavora in squadra». In testa al “magico-gruppo” c’è la mamma di Radio Magica, Elena Rocco. seguita a ruota da Raffaella Cavallo, Giovanna De Appolonia, Carolina Laperchia e tutto il gruppo degli autori dei testi, dei lettori e dei segnanti. Anche l’attore Giuseppe Battiston ha prestato la sua voce per la fiaba “Lo zaino dei Cramars” di Laura Walter con le illustrazioni di Paolo Cossi. «Abbiamo studiato a lungo con il team - spiega Elena Rocco - il modo per portare le fiabe anche ai bambini non udenti. Abbiamo stilato quello che viene chiamato “vademecum di accessibilità, una sorta di manuale degli obiettivi e degli errori da non fare quando si affronta una nuova lingua».

Tanti i luoghi magici dove bambini ed adolescenti possono “perdersi” con la fantasia. Ma niente paura. Per non trascurare nessun luogo e nessuna favola, Radio Magica ha distribuito, in collaborazione con Promoturismo Fvg e con l’aiuto della Luce Group, una mappa speciale. Quello che può sembrare un semplice foglio A3 ripiegato e pieno di informazioni per turisti, in realtà è una vera e propria caccia al tesoro per i piccoli esploratori. Ogni città, infatti, è rappresentata con un elemento che la contraddistingue: il lupo per il Tarvisiano, le rovine romane per Aquileia, Casa Cavazzini per Udine e molti altri protagonisti simbolici del nostro territorio.

Una bussola di carta tradotta anche in inglese e in tedesco. Come i bambini insegnano, basta un po’ di fantasia per andare “oltre ciò che l’occhio non vede”. E la tecnologia ha aiutato il progetto di RadioMagica: puntando il cellulare sul qrcode stampato sulla mappa, è possibile navigare e scoprire tutte le audiostorie prodotte dall’associazione, comprese quelle tradotte con la lingua dei segni. Insomma, una mappa davvero speciale per ascoltare, guardare e giocare in Friuli Venezia Giulia. 

Video del giorno

Strage di Ardea, il colonello Roberti ribadisce: "Nessun legame tra il killer e il papà dei bambini"

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi