Gli scoppia la ricarica della sigaretta elettronica in tasca: gravi ustioni per un 25enne

Tarcento, il giovane si trovava in auto. È stato trasferito al centro di riferimento di Padova. Le bruciature hanno interessato la parte alta di una gamba e le mani

TARCENTO. Stava guidando lungo via Dante, a Tarcento, quando la batteria di ricambio della sigaretta elettronica che aveva in una delle tasche davanti dei pantaloni ha preso fuoco (in un primo momento sembrava che a ferire il ragazzo fosse stata l'esplosione di un cellulare).

Lui, un venticinquenne friulano, è riuscito fortunatamente a fermarsi e a chiedere aiuto. Ma è rimasto ustionato mentre cercava di liberarsi dell’apparecchiatura in fiamme. Le bruciature hanno interessato la parte alta di una gamba e le mani.

Il giovane è stato soccorso dagli operatori del 118 – giunti a bordo di un’ambulanza – e poi accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine. Qui, su richiesta dei medici, sono intervenuti anche i vigili del fuoco che, con pazienza e con la massima attenzione, hanno provveduto a togliere un anello dalle mani del ragazzo che è stato poi medicato.

Poche ore più tardi, nel primo pomeriggio, i dottori hanno ritenuto necessario il trasferimento al Centro grandi ustionati di Padova dove il paziente – che non è ritenuto in pericolo di vita – sarà seguito da personale specializzato per bruciature di secondo e terzo grado.

È accaduto tutto in pochi minuti, a metà mattinata. In paese in molti hanno sentito le sirene dell’ambulanza che, partita proprio dalla zona del Tarcentino, è arrivata in poco tempo su indicazione di Sores, la centrale unica per l’emergenza sanitaria che ha sede a Palmanova.

Anche il trasferimento dall’ospedale di Udine a quello di Padova è avvenuto in ambulanza. Ora il ragazzo è affidato alle cure del dottor Bruno Azzena che dirige il Centro grandi ustionati della Città del Santo.

La gravità di un’ustione viene determinata non solo dalla profondità e dall’estensione della ferita, ma anche in base alle zone del corpo colpite. Per esempio ustioni a viso e collo, anche se limitate, possono essere molto delicate. Lo stesso anche in questo caso perché è stata interessata l’area dell’inguine.

Al momento del soccorso a Tarcento, da quanto si è appreso, non sono intervenute forze dell’ordine. È probabile, tuttavia, che ci saranno ulteriori accertamenti sui resti della batteria della sigaretta elettronica. Quest’ultima, stando ai primi elementi emersi, sarebbe stata avvolta all’improvviso dalle fiamme.
 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi