Lo zoologo Lapini: più esemplari anche perché aumentano le prede