Il Cormôr in sicurezza grazie a 30 volontari

PAGNACCO. Sono stati completati lunedì i lavori di messa in sicurezza e di pulizia dell’alveo del torrente Cormôr, al confine tra Plaino di Pagnacco e Colugna di Tavagnacco.

In un paio di giorni oltre trenta volontari delle squadre comunali della Protezione civile di Pagnacco, di Tavagnacco, di Prepotto e di Udine si sono alternati per rimuovere tutti i rami e gli arbusti presenti nel corso d’acqua, che impedivano alla centralina anti-alluvione, che con un sensore tiene monitorato il livello dell’acqua, di funzionare al meglio.


L’intervento di pulizia renderà quindi più agevoli anche i lavori per la realizzazione della passerella prevista a lato del ponte, che collegherà i territori comunali di Pagnacco e di Tavagnacco e darà quindi anche continuità alle due piste ciclabili esistenti.

«Ringrazio di cuore tutti i volontari che si sono dati da fare con grande impegno in questi due giorni di lavoro – ha commentato l’assessore alla Protezione civile e all’ambiente di Pagnacco, Gabriele Pecile –. Si sono mossi tutti quanti in modo organizzato, sicuro e anche con grande senso di responsabilità». —

M.T.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Video del giorno

Gli Usa si preparano a una guerra: gigante esplosione in mare per testare la resistenza delle portaerei

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi