Giornata della legalità Scuole e associazioni in piazza a Udine per il taglio dei fondi

Appuntamento sabato 16 davanti alla Loggia del Lionello Banchetti, musica e una raccolta di soldi con gli studenti

Non hanno ottenuto il finanziamento per organizzare la “Giornata della legalità” del 17 maggio al teatro Giovanni da Udine, nella cornice del Festival vicino/lontano che li ospita dal 2011. E hanno deciso di scendere in piazza a Udine, sabato 16, davanti alla Loggia San Giovanni dalle 15 alle 19 per raccogliere i fondi necessari all’iniziativa. Le scuole e le associazioni organizzatrici dell'incontro saranno presenti con banchetti, cori, musica e performance insieme al Coro della Valussi, il coro La tela, il Circo all'Incirca folk, Time for Africa, The Sidewalk band e la Croce Rossa italiana.

Le scuole coinvolte


A lanciare l’appello sono stati tantissimi studenti e un gruppo di docenti di otto istituti scolastici di Udine: Valussi, Percoto, Sello, Copernico, Stringher, Marinoni, Malignani e Cpia - scuola carceraria. Un legame tra scuole che affonda le radici nel passato. Sono già dodici anni, infatti, che gli istituti lavorano assieme per realizzare il progetto “Il piacere della legalità? Mondi a confronto”, un appuntamento per promuovere i valori della legalità, della responsabilità individuale, della convivenza civile, della cittadinanza attiva. Un progetto molto amato dagli studenti e dai professori che però, per la prima volta dal 2011, non ha ottenuto il finanziamento per organizzare la “Giornata della legalità del 17 maggio al teatro Giovanni da Udine, nella cornice del Festival di Vicino/Lontano. L'evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Udine, e rappresenta la conclusione del progetto a cui partecipano oltre 1.100 studenti, docenti e formatori, provenienti dalle scuole della Rete e non solo, dando vita a una mattinata di riflessione sui temi svolti nel corso dell’anno.

L’etica dei giovani

I ragazzi presentano il risultato del loro lavoro e ascoltano testimoni provenienti da varie parti d’Italia, sulla necessità di compiere consapevolmente delle scelte, prendere posizione di fronte ai dilemmi etici della vita individuale e collettiva e dare valore alla responsabilità individuale nelle azioni quotidiane. Gli organizzatori si appellano “a tutte le persone che hanno a cuore la formazione umana e etica dei giovani” per ricevere sostegno.

La raccolta fondi

A tal fine hanno organizzato un crowdfunding, una piattaforma on-line. «Ci siamo affidati a Dreamshake, un gruppo di nostri ragazzi, ex studenti dell’istituto Percoto, che nell’alternanza scuola-lavoro hanno imparato questa modalità di raccolta fondi», afferma Liliana Mauro anima dell'iniziativa. A fare da garanti sull’onestà e la serietà dell’iniziativa saranno i docenti coinvolti nel progetto. «Aiutateci, versando un contributo, anche piccolo. È possibile sostenere - continua Liliana - il nostro progetto tramite carta di credito e bonifico bancario».

LA RETE E I CONTATTI

«L’Iban su cui vi chiediamo di fare i versamenti è quello del Movimento del volontariato italiano (Movi), che ci sostiene e con cui collaboriamo». Conto intestato a: Mo.v.i. Federazione regionale Fvgpresso Banca Etica filiale di Trieste. Conto numero: 177237. Iban:IT69M0501802200000011772373. Causale: progetto scuole in rete.

Partecipano inoltre al progetto: Libera - Nomi e numeri contro le mafie, Agesci; Aiab-Aprobio Fvg; Aracon; Arci; Caritas; Centro Balducci; Cta Friuli centrale; Get Up; Git di Banca etica; Icaro; Incontriamo; Insieme con noi; La tela, Medici senza frontiere; Movi Fvg; Oikos; Ospiti in arrivo; Vicini di casa. Per informazioni: segreteria@movi.fvg.it ; tel. 0432 943002; Progetto “Il piacere della legalità? Mondi a confronto” Etica individuale/etica pubblica. —

La redazione ragazzi

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi