Arriva da Venezia il nuovo comandante della polizia locale

Nicola Salvato assumerà il comando intercomunale in aprile Colmato un vuoto dopo l’addio di Del Longo, andato a Udine



Arriva dal servizio di polizia ambientale del Comune di Venezia e si chiama Nicola Salvato il vice commissario che, dal primo aprile, sarà a capo del comando intercomunale di polizia locale che riunisce i Comuni di Latisana, Muzzana, Palazzolo dello Stella, Pocenia, Precenicco e Ronchis.


Una nomina di gran prestigio per un Comando che ha giurisdizione sul territorio della Bassa occidentale e che a breve potrebbe estendersi anche al Sangiorgino, dove il presidio di polizia locale associato non ha più l’attribuzione di Comando. Un Comando che, dopo la partenza del vice commissario superiore Eros Del Longo, è stato retto dal suo vice Renzo Maniero fino alla definizione dell’accordo con il Comune di Venezia.

Nicola Salvato, vice commissario dal gennaio 2018 responsabile del servizio polizia dell’Ambiente e in precedenza responsabile dell’ufficio formazione addestramento e aggiornamento professionale del Corpo di polizia locale del Comune di Venezia e del servizio sicurezza stradale e traffico. Nel suo curriculum, fra le attività di formazione specifiche ci sono il commercio, l’autotrasporto (compreso i taxi), la lotta all’abusivismo e l’omicidio stradale.

A Latisana avrà competenza su un Comando Intercomunale di poco meno di trenta agenti e di un parco auto di una quindicina di mezzi, con giurisdizione su un’ampia porzione di Bassa Friulana e sulle arterie più importanti: l’ex strada statale 14, la strada regionale 354, un tratto della Sr 353 e tutta una serie di strade provinciali ad alto scorrimento come la 56 dello Stella, la 75 “Bandite” e la 7 solo per citarne alcune. Le vie del mare ci sono tutte, così come i tracciati della viabilità ordinaria che si sobbarcano il traffico quando l’autostrada è chiusa.

Una viabilità complessa, sulla quale a breve dovrebbero arrivare a vigilare anche i 15 agenti di polizia locale in servizio per un anno (prorogabile) la cui assunzione è stata decisa e finanziata dalla Regione come prima risposta alla necessità di gestire il traffico che dall’autostrada si riversa sulla viabilità ordinaria in caso di chiusure della A4 fra i caselli di San Giorgio e Latisana. —

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi