Fabello si appella alla Regione: defiscalizzazione per le aree montane



Il Comune di Grimacco ha condiviso con quello di Pulfero l’esperienza di una corsa elettorale in solitaria e, allo stesso modo, l’esito della stessa, che ha scongiurato il commissariamento.


Per la riconfermata prima cittadina, Eliana Fabello, continua dunque la “battaglia” .

La gestione del vostro ente è particolarmente complicata, sindaca: come affronterà la questione della carenza di personale?

«Superare l’impasse è il primo obiettivo che mi pongo. Ci troviamo da tre anni senza segretario e siamo temporaneamente privi di ragioniere: mancano insomma due figure professionali determinanti.

Mi auguro che la Regione ci supporti, per colmare una criticità estremamente penalizzante».

Quali sono gli altri fronti d’impegno?

«Continuerò a ribadire, all’indirizzo della giunta Fvg, la necessità di una politica di defiscalizzazione per le aree montane».

I suoi cittadini hanno raccolto l’appello al voto. Se ne compiace?

«Enormemente. A loro va il mio grazie, per aver capito l’importanza della permanenza di un’amministrazione civica e per essersi dunque recati alle urne, permettendo di evitare l’arrivo di un commissario. Ci sono tanti lavori in itinere, che grazie alla riconferma ottenuta potremo portare avanti».

A quando l’esecutivo?

«All’inizio della prossima settimana la lista si incontrerà per affrontare l’argomento e per arrivare a una scelta, sulla base di competenze e disponibilità». —



Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi