Rimosso l’olmo, Rorai piange il gigante buono: frenò la caduta di un aereo salvando due vite

Era ormai marcio e rischiava di cadere sul parcheggio. Simbolo del quartiere di Pordenone, ci si ritrovavano decine di ragazzi 

PORDENONE. «Ci vediamo là della chiesa»: un’espressione tipicamente pordenonese, che migliaia di cittadini di Roraigrande hanno pronunciato negli ultimi decenni, identificando così il luogo di ritrovo per eccellenza della zona. Ma “Là della chiesa”, soprattutto per i giovani, significava, in realtà, sotto l’olmo secolare.

Lo si chiamava “Il gigante buono”, perché lui se ne stava lì, placido e gentile, con le sue fronde spalancate a ombreggiare e rinfrescare, nei pomeriggi estivi, le chiacchierate, gli scherzi e i primi amori degli adolescenti che occupavano le due panchine di cemento – durissime eppure così accoglienti – che stazionavano immobili sotto i lunghi rami del grande albero.


Da ieri il mitico olmo di piazzale San Lorenzo non esiste più. La parrocchia ha dovuto, a malincuore, prendere la decisione di abbatterlo per scongiurare il rischio che, da amico buono di tutta la comunità, si tramutasse in pericolo. Era malato da tempo, i rami erano stati potati anni fa e nel caso di una tempesta violenta avrebbe potuto “crollare”, come un vecchio muro traballante.

Se quella pianta avesse avuto il dono della parola, avrebbe avuto mille aneddoti da raccontare: nella sua lunga storia è stato addirittura un eroe. Sì, perché il 1º maggio 2001 salvò letteralmente la vita all’allora assessore Claudio Rosset e all’ex vicesindaco Massimo Lionello, attutendo con le sue possenti braccia la caduta del loro aereo. L’ultraleggero con cui i due amici stavano sorvolando la città, improvvisamente andò in stallo. E il velivolo cadde, di muso, proprio tra i rami dell’olmo.

Al suo posto, ieri, si è subito deciso di piantare un acero, nella speranza che cresca rigoglioso e imponente com’era stato il “predecessore”. Per allietare l’animo delle future generazioni.

 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi