La foto dello Jôf di Montasio conquista tutti e diventa il paesaggio più bello al mondo

Michele Brusini sbaraglia 1.100 concorrenti al Photocrowd. È il più votato al concorso dedicato ai paesaggi che ha coinvolto 160 nazioni

La cresta dello Jôf di Montasio accarezzata dal sole al tramonto in un ribollire di nubi. Nell’arco di una manciata di giorni l’immagine di uno spicchio di Alpi Giulie diviso fra neve, roccia e cielo ha fatto il giro del mondo e ha surclassato i canyon americani, i fiordi norvegesi e pure le aurore boreali.

A dargli una ribalta planetaria è stata la foto del 33enne udinese Michele Brusini, vincitrice del concorso internazionale “The great outdoors - Landscapes with people” organizzato da Photocrowd, una piattaforma leader mondiale per la gestione di premi e concorsi fotografici. Lanciato a settembre 2013 a Oxford, il sito ha una comunità globale di oltre 160.000 appassionati e fotografi professionisti provenienti da 170 Paesi.

Appassionato di fotografia e di escursioni in montagna, Michele Brusini si è iscritto alla piattaforma un mese fa e ha deciso di partecipare a un concorso dedicato ai paesaggi con persone. «Ho inviato una foto del Montasio che avevo scattato a un amico durante un’escursione lungo il sentiero Ceria Merlone. Arrivati alla porta del bivacco Luca Vuerich, dopo aver percorso la via ferrata, l’immagine della cresta del Montasio al tramonto era bellissima. Ho scelto quella foto di un luogo che amo moltissimo per partecipare al concorso» spiega Brusini. Oltre 1.600 le immagini e 1.100 fotografi in concorso: cartoline dal mondo che ritraevano luoghi esotici e selvaggi da ogni continente con vedute mozzafiato. Ma su tutte ha vinto il forte potere evocativo del tramonto sullo Jôf di Montasio, con i suoi 2.754 metri, che ha strappato i maggiori consensi alla giuria popolare.

Lo scatto di Odradek – questo il nickname di Brusini – è stato anche selezionato dalla giuria e ha aperto una vetrina internazionale su uno dei grandi testimoni silenziosi della Grande guerra che ancora nasconde e custodisce tanti reperti bellici. «Ho postato la foto anche su Instagram e subito sono stato travolto dai commenti» ammette Brusini, in odore di premiazione anche a un altro concorso fotografico organizzato in Spagna, dove ha proposto un’immagine del rifugio Zacchi in comune di Tarvisio. «Ancora non conosco il piazzamento, so solamente che sono arrivato in finale» ammette commentando la sua nuova avventura fotografica destinata a rendere la montagna friulana protagonista.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi