Contenuto riservato agli abbonati

Mancano i lavoratori stagionali, i sindacati: «Paghe troppo basse per le tante ore imposte»

Giacomini (Cgil): liquidato in nero il lavoro che supera le clausole contrattuali. Marini (Cisl): anche qui c’è chi rinuncia alla fatica per il reddito di cittadinanza

Ore e ore di lavoro, molte di più di quelle quantificate nel contratto. I lavoratori stagionali, assunti il tempo di un’estate o di un inverno in strutture alberghiere o nei pubblici esercizi delle località turistiche regionali, sono una risorsa per commercio e vacanzieri. Ma per i sindacati la loro esperienza viene spesso sfruttata, finendo per alimentare anche il lavoro nero e grigio (contrattualizzato soltanto in parte).

Mal retribuiti e spremuti come limoni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi