Ivan Buzzi confermato alla guida dell’Uti Nesich sarà il suo vice



Sarà ancora Ivan Buzzi il presidente dell’Uti Canal del Ferro-Valcanale. Il sindaco di Pontebba è stato riconfermato in carica, dopo il primo mandato da tre anni, nel corso della recente assemblea dell’Unione. Il suo vice sarà Francesco Nesich, primo cittadino di Resiutta, mentre a completare l’ufficio di presidenza è stato chiamato Boris Preschern, sindaco di Maborghetto-Valbruna. «Sono contento di questa conferma – sottolinea Buzzi –, con gli altri colleghi di vallata abbiamo cominciato un percorso di sviluppo comune che mai era stato portato avanti. Per me, sarà un ulteriore impegno non di poco conto, a fianco di quello per Pontebba. E c’è l’incognita di ciò che succederà a questo ente in futuro». Il presidente e la sua squadra hanno già cominciato a mettere i ferri in acqua per portare avanti il programma, con investimenti per 10 milioni nel solo bilancio 2019. Tra le opere pubbliche, si segnalano gli interventi per ampliare i posti letto nei fabbricati comunali: a Malborghetto toccherà a Casa Faidutti (lavori per 800.000 euro), ulteriori 25 posti a disposizione dei turisti deriveranno dalla riqualificazione della caserma “Marta e Laritti” di Passo Pramollo. A Dogna sarà riqualificata la Casa del pellegrino: anche qui saranno creati ulteriori 25 posti letto, a favore dei cicloturisti – vista la vicinanza con la ciclabile “Alpe Adria” – e non soltanto. Molti anche gli interventi nel settore culturale. Lo storico Palazzo Veneziano di Malborghetto affronterà alcuni lavori di restauro, mentre saranno messi a disposizione 150.000 euro per il Teatro Italia di Pontebba per rifare servizi igienici e camerini per gli attori. Previste opere migliorative anche ai musei del Resartico e del territorio di Dogna. —


Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi