Alberi abbattuti dalla tempesta Vaia, la Regione stanzia 3,2 milioni di euro per il patrimonio boschivo

I fondi per sostenere i costi per l'estrazione del legname, la manutenzione della viabilità forestale e, ove opportuno, il rimboschimento artificiale

Un milione di metri cubi di legname distrutti dall'alluvione in Fvg: le immagini dall'elicottero

UDINE. Ripristinare i danni causati alle foreste dalle calamità naturali, con particolare riferimento agli effetti della tempesta Vaia, abbattutasi sul Fvg a ottobre e sostenere i costi per l'estrazione del legname, la manutenzione della viabilità forestale e, ove opportuno, il rimboschimento artificiale.

Sono le finalità del bando per l'accesso individuale alla misura 8, sottomisura 8.4, del Programma di Sviluppo Rurale del Fvg, la cui delibera è stata approvata dalla Giunta su proposta dell'assessore regionale alle Risorse Agroalimentari, Forestali e Ittiche, Stefano Zannier.

La montagna non si spezza: il nostro speciale multimediale

L'importo stanziato - informa una nota della Regione - ammonta a un totale di 3,2 milioni di euro, erogati in conto capitale nella misura del 100% delle spese riconosciute ammissibili: risorse, che potranno essere implementate in relazione alle domande presentate e al reperimento di ulteriori economie, rese disponibili per la concessione di aiuti, cofinanziati dall'Unione Europea, a proprietari e gestori, sia pubblici che privati, di foreste regionali.

«Si tratta di un'iniziativa complementare a quella sul recupero del materiale legnoso, già finanziata subito dopo l'ondata di maltempo dello scorso autunno - ha spiegato Zannier - che reca tuttavia un'importante novità: grazie alla fruttuosa negoziazione della Regione con gli Uffici della Commissione Europea, è stato possibile uscire dal regime 'de minimis', aprendo così la finestra contributiva a chi in precedenza, a causa di questa limitazione, non aveva potuto accedere al fondo regionale».

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi