Nella Valle del But il ricordo dell’eccidio

PALUZZA. Le iniziative per il 75esimo anniversario dell’eccidio della Valle del But perpetrato dai nazifascisti durante la seconda guerra mondiale avranno inizio oggi in terra austriaca. Il primo appuntamento si terrà alle 19.30 a Dellach in Austria con la conferenza “Tracce da ricordare, Crimini nazisti nella alpi carniche”. Sabato 20 gli incontri, organizzati dall’Uti della Carnia in collaborazione con i Comuni della vallata del But, si terranno a Cercivento, alle 10 con la deposizione della corona d’alloro al monumento dei Caduti sul ponte Gjaia alla presenza degli amministratori locali. Alle 10.30 la commemorazione al monumento ai Caduti del 21/22 Luglio sul ponte del But a Sutrio e alle 11 a Paluzza un corteo partirà da Piazza San Giacomo per raggiungere Piazza XXI-XXII Luglio dove alla presenza delle autorità si deporrà una corona d’alloro al cippo dei monumento ai Caduti. Domenica 21 una cerimonia simile si terrà alle 10.30 a Malga Pramosio dove furono sterminate 22 persone, tra cui due donne, una in avanzato stato di gravidanza, tre fanciulli sui 12 anni, tre giovinetti, un vecchio settantenne. Altre ricorrenze con deposizione di corone d’alloro ai monumenti ai caduti avranno luogo martedì 23 a Ravascletto, venerdì 26 ad Arta Terme e sabato 27 a Treppo Ligosullo quando sarà pure inaugurata la mostra storica documentaria Carlo e Nello Rosselli “Giustizia e libertà, per questo morirono, per questo vivono” a cura di Franco Corleone, che rimarrà aperta al pubblico nella galleria d’arte moderna Enrico De Cillia sino al 25 agosto. —

G.G.


Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi