Un ticchettìo dal “cagnolino” La polizia: è solo un gioco