Espone il tricolore con la faccia di Mussolini, per il giudice non è apologia di fascismo

La decisione del tribunale che ha “graziato” un 64enne di Venzone. Non era la prima volta che la famiglia Simonetti finiva nei guai per le proprie simpatie politiche. Nel 2016, un dirimpettaio aveva chiamato i carabinieri, indignato da una targhetta in cuoio appesa sull’uscio che ritraeva il Duce e recitava “Io tiro dritto”

Pasta con canocchie, mandorle e limone

Casa di Vita