In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Si è spento a 91 anni il partigiano Mirko Le ceneri sparse al fronte di guerra

1 minuto di lettura

San quirino. Ha voluto che le sue ceneri fossero disperse là, dove ha coltivato un ideale di libertà culturale e sociale. Questo l’ultimo desiderio di Silvano Culetto, morto lo scorso 25 settembre a Tarcento all’età di 91 anni. Domani a partire dalle 15, amici, compagni e familiari asseconderanno la sua volontà con la dispersione delle spoglie, dopo la cremazione, sopra Sella Sant’Antonio, in comune di Taipana.

Quella di Silvano non è una storia come le altre. Noto a tutti come partigiano Mirko, a soli 15 anni aveva deciso di entrare a far parte del Secondo Battaglione Brisko-Beneski Odred, nonostante fosse nativo di San Quirino.

«Era nato nel marzo 1928 e quindi non era tenuto ad assolvere obblighi di leva relativamente alla Seconda guerra mondiale. Ma ha scelto di aderire al movimento per una ribellione rispetto a una forma di “genocidio culturale” del quale sono state vittime le popolazioni delle Valli del Torre», racconta Roberto Pignoni, professore di matematica in pensione e grande appassionato di storia.

Culetto, nato nella destra Tagliamento e cresciuto a Pordenone, aveva una parte della famiglia a Pradielis, nel comune di Lusevera. Qua vivevano i suoi nonni e anche il giovane Silvano aveva respirato l’aria di insofferenza dopo le vicende della Prima guerra mondiale, durante la quale il padre aveva combattuto tra gli alpini. «Addirittura – fa notare Pignoni – in casa dei suoi nonni c’era una stanza dove prima stavano tre zii mandati a combattere, fatti prigionieri e tornati malati di tubercolosi dal fronte. Dopo la loro morte, non è stata più riaperta».

Dopo l’8 settembre 1943, Mirko non ci aveva pensato su due volte, entrando nelle fila partigiane. Quella battaglia di libertà gli è rimasta appiccicata per tutta la vita, per sempre dopo la fine della guerra. «Non è un caso – conclude Pignoni – la volontà, con atto notorio depositato alcuni anni fa, che le sue ceneri fossero disperse in questa sella alla periferia di Platischis, in un punto a metà fra quelli che oggi sono i versanti sloveni e italiani. Qui, i partigiani si muovevano liberamente all’interno di un confine mai accettato e che non era nemmeno in programma ci fosse. Il ricordo di Silvano e le sue narrazioni fanno emergere una zona d’ombra su questioni geopolitiche ancora troppo poco esplorate». Domani l’anima di Mirko spiccherà il volo tra quelle vette intrise di voglia di libertà che ha sempre amato.—

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

I commenti dei lettori