In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Donne e femminismo nell’arte contemporanea al centro di “Palinsesti”

1 minuto di lettura



Ventottesima edizione per “Palinsesti”, la rassegna d’arte contemporanea organizzata dal Comune di San Vito al Tagliamento, con l’assessorato alla cultura, che nel spazi storici della città continuerà a ospitare la ricerca artistica più attuale. La manifestazione sarà presentata sabato 9 novembre, alle 16.30, al teatro Arrigoni. Anche per l’edizione 2019, l’evento principale di “Palinsesti” è costituito da un progetto espositivo che, utilizzando gli strumenti della ricerca visiva contemporanea, cerca un affondo su un tema del passato, ma che ha ancora forti ripercussioni nel presente: il rapporto delle donne e del femminismo con l’arte.

La mostra collettiva “Tu che mi guardi”, curata da Giorgia Gastaldon e Michele Tajariol nelle sale del castello, vuole celebrare il cinquantenario del biennio 1969-1970, ricordando l’importanza dei movimenti femministi in Italia e sforzandosi di fare il punto della situazione sull’emancipazione di genere oggi. Il titolo della mostra prende spunto dal libro della filosofa e attivista femminista Adriana Cavarero “Tu che mi guardi, tu che mi racconti” (1997).

Le Antiche carceri saranno la sede del premio In Sesto. “Il luogo come arte”, curato da Michela Lupieri, raggiunge quest’anno l’undicesima edizione. Il premio conferma la vocazione dimostrata nei precedenti dieci anni di attività: promuovere il rapporto storia-contemporaneità sul territorio, favorendo l’incontro e lo scambio tra artisti nazionali e internazionali. Quest’anno i partecipanti Elisa Caldana, Marlene Hausegger e Ištvan Išt Huzjan provengono, rispettivamente, dal Friuli Venezia Giulia, dall’Austria e dalla Slovenia, tre aree incluse nell’Euroregione Alpe Adria. Questa sezione, in occasione del decennale del premio In Sesto, sarà anche corredata di una mostra alla Fondazione Ado Furlan di Pordenone. Per rimarcare l’importante traguardo del concorso di scultura contemporanea per spazio urbano, saranno riuniti per la prima volta in un’unica sede i materiali progettuali degli artisti vincitori delle dieci passate edizioni: Massimo Poldelmengo, Marotta&Russo, Anna Pontel, Gianni Pignat, Guerrino Dirindin, Bruno Fadel, Michele Spanghero, Ida Blažičko, Mathilde Caylou, Nataša Sienčnik. L’inaugurazione dell’esposizione, curata da Giada Centazzo, è in programma sabato 9 novembre alle 11 negli spazi pordenonesi della Fondazione Ado Furlan.

Prosegue anche l’opera di patrimonializzazione dell’ambito contemporaneo all’interno degli spazi storici della cittadina. Il consueto approfondimento sul lavoro di un artista presente nella collezione “Punto fermo”, curato da Antonio Garlatti, prevede l’installazione intitolata “Quello che resta è l’indifferenza”, realizzata da Lorenzo Missoni appositamente per gli spazi dell’Essiccatoio Bozzoli. —



I commenti dei lettori