Torna da lavoro e si accascia, stroncato da un infarto a 48 anni

Preoccupati dal ritardo, sono stati i familiari a trovarlo e a chiamare i soccorsi. Al loro arrivo i sanitari non hanno però purtroppo potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto anche i carabinieri. Roberto Cramaro era originario di Taipana, aveva alle spalle alcune esperienze di lavoro anche all'estero e attualmente lavorava per una ditta di Nimis

TAIPANA. Vittima di un improvviso malore, è deceduto nella tarda serata di ieri, 2 novembre, all'età di soli 48 anni, vicino alla sua casa di Monteaperta, Roberto Cramaro, artigiano conosciuto e stimato da tutta la comunità taipanese.

L'uomo, secondo quanto si è potuto apprendere, stava rientrando dal lavoro e aveva appena depositato i suoi attrezzi nel capannone vicino casa. Nel breve tragitto verso l'abitazione, per fatalità, purtroppo, in un punto poco illuminato, è stato colpito dal fatale malore con un'intensità tale da non permettergli, evidentemente, di chiedere aiuto.

Preoccupati dal ritardo, sono stati i familiari a trovarlo e a chiamare i soccorsi. Al loro arrivo i sanitari non hanno però purtroppo potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto anche i carabinieri. Roberto Cramaro era originario di Taipana, aveva alle spalle alcune esperienze di lavoro anche all'estero e attualmente lavorava per una ditta di Nimis.

Lascia a Taipana la moglie, i genitori e due figlioletti. “Siamo tutti - è stato il commento del sindaco Alan Cecutti - l'amministrazione comunale e la popolazione, molto dispiaciuti perchè persone giovani, capaci, di grande e cuore e di forti valori come lui, che vivono in questi territori sono fondamentali per l'intera comunità.

Siamo vicini a tutta la famiglia e ai suoi figli”. Roberto Cramaro è ricordato da tutti, in paese, come una persona solare e come un grande lavoratori.

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi