Esce dal carcere Baldassi, braccio destro di Blasoni: ora è ai domiciliari

Provvedimento del gip del tribunale. Il 55enne udinese accusato, in qualità di allora dirigente e braccio destro del fondatore della "Sereni orizzonti", di concorso in truffa aggravata ai danni delle aziende sanitarie di sei Regioni.

UDINE. È stato scarcerato lunedì 4 novembre Marco Baldassi, il 55enne udinese accusato, in qualità di componente del cda e braccio destro del fondatore della "Sereni orizzonti", Massimo Blasoni, di concorso in truffa aggravata ai danni delle aziende sanitarie di sei Regioni.

Accogliendo l'istanza presentata dai suoi difensori, gli avvocati Luca Ponti e Giovanni Donazzolo, il gip del tribunale di Udine, Mariarosa Persico, ha disposto nei suoi confronti la misura meno afflittiva degli arresti domiciliari.

Il provvedimento è stato assunto dopo che lo spesso pm, Paola De Franceschi, aveva espresso parere favorevole all'istanza, a seguito dell'interrogatorio reso dall'indagato qualche giorno fa.

Baldassi si trovava nella casa circondariale di via Spalato, a Udine, dal 24 ottobre, giorno in cui era stato arrestato anche Blasoni.

 

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi