Allerta meteo, dopo una breve tregua tornano i temporali e il vento forte

La Protezione civile ha diramato l'allerta gialla: martedì, 5 novembre, la giornata con le maggiori precipitazioni

UDINE. Dopo alcune ore di tregua, torna il maltempo in Friuli. La Protezione civile regionale ha diramato l'allerta gialla su tutta la regione con precipitazioni abbondanti soprattutto nella giornata di oggi, martedì 5 novembre.

Causa forti temporali e innalzamento del livello dell'acqua, il Tagliamento resta il sorvegliato speciale, mentre Meduna e Livenza non danno preoccupazioni. Strada bloccata, invece, tra Subit e Prossenicco, nel territorio di Taipana.

Le previsioni per martedì 5. La protezione civile ha emanato una seconda allerta meteo gialla, dalla mezzanotte di lunedì 4 novembre alle 8 di mercoledì 6 novembre per criticità idrogeologica: previsto l'arrivo di un altro fronte temporalesco, piogge intense ed abbondanti soprattutto sulla fascia orientale. In quota soffierà vento da sud o sud-ovest sostenuto. Sulla Bassa e sulla costa, soffierà invece vento di Scirocco e Libeccio in serata. Previste precipitazioni nevose attorno ai 2200 metri circa.

Le previsioni per mercoledì 6. Per la giornata di mercoledì, invece, sarà possibile qualche pioggia o qualche locale rovescio o temporale, più probabili a est. "Il verificarsi di tali eventi – avverte la Protezione civile – può comportare un innalzamento dei corsi d’acqua, possibili locali situazioni di crisi nella rete idrografica minore e di drenaggio urbano, locali fenomeni di instabilità dei pendii con locali interruzioni della viabilità e problematiche connesse alle piogge temporalesche nelle zone interessate, nonchè possibili mareggiate".

La situazione maltempo in regione. Nella notte tra domenica 3 e lunedì 4 il maltempo si è abbattuto in particolare sulla destra Tagliamento. Ancora chiusa la strada regionale 1 nel comune di Vito d'Asio  mentre sono stati riaperti i guadi di Murlis e Rauscedo. Intense le precipitazioni  sulla fascia prealpina, con punte massime di oltre 160 millimetri di pioggia sulle Prealpi Giulie. I danni più rilevanti si sono registrati a Spilimbergo dove il forte vento ha scoperchiato il tetto di un'azienda agricola. L'Isonzo e il Livenza sono rimasti sotto il livello di guardia.

 

Zuppa fredda di barbabietola, arancia e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi