L’imam Hosny dice sì al presepe nelle scuole: «È un simbolo di pace»

Dialogo interreligioso aperto a Pordenone sul presepe cristiano: l’imam Mohamed Hosny lo dice chiaro che «è un simbolo di pace universale».

La guida spirituale di duemila islamici nella moschea in Comina ha azzerato dubbi e polemiche sul punto.


«La comunità islamica in Friuli Occidentale ha il massimo rispetto – ha aggiunto Hosny – per le tradizioni della società in cui vive». Nelle scuole il presepe multietnico 2018 ha raggiunto lo zenit all’Isis Flora di Pordenone, con le statuine afroasiatiche nella Natività.

«Dopo avere studiato bene questo argomento e il concetto del presepe – ha puntualizzato l’imam – noi musulmani riconosciamo Maria e Gesù perché sono presenti nel Corano. Nelle nostre preghiere ricordiamo i loro miracoli e abbiamo un capitolo intero nel Corano che porta il nome di Maria. Riguardo alla tradizione millenaria del presepe cristiano, noi portiamo tanto rispetto».

Simboli religiosi diversi, ma le “guerre sante” sono finite. «La comunità islamica è sempre disponibile a collaborare per iniziative che hanno come obiettivo il bene della società – ha concluso il capo religioso islamico Hosny –. Ci piacerebbe che si creassero occasioni per fare conoscere a tutti i bambini e giovani di religione cristiana i fondamenti della fede, i luoghi di preghiera. Invitiamo tutti a visitare il Centro islamico a Pordenone in Comina: in qualsiasi momento tutti saranno benvenuti. La conoscenza e il confronto aperto e culturale è il modo più efficace per promuovere la pace nella nostra società». —

C.B.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

I soldati ucraini sbagliano a usare il mortaio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi