In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Viaggio a Sant’Osvaldo La storia delle rogge dal 1217 tra opifici e mulini del borgo

Il libro di Michela Bonan sarà presentato venerdì alle 18 in circoscrizione L’autrice: «Ho cercato di comporre un mosaico d’insieme della periferia»

2 minuti di lettura

Le rogge caratterizzano alcuni degli angoli più belli della nostra città. Coperte in alcune zone centrali di Udine, scorrono nelle periferie dando personalità ad aree in cerca da sempre di identità. Michela Bonan con competenza e passione si è attrezzata di block notes e attrezzatura fotografica per scattare un vero e proprio documentario delle rogge a sud di Udine. Corsi d’acqua che hanno accompagnato lo sviluppo della città, che sono usciti miracolasamente (quasi) integri dal processo di modernizzazione.

Una risorsa preziosa: l’acqua, e più in particolare quella del torrente Torre. Uno scrigno di storia: le rogge con gli opifici sorti lungo il suo corso. Un atto di gratitudine a Lusevera che col torrente Torre che qui nasce, alimenta le rogge e a Reana da cui parte l’opera di canalizzazione e infine, al quartiere di Sant’Osvaldo dove l’autrice è residente. Questa è la cornice del libro “Le operose rogge di Udine, La lunga storia degli opifici e dei mulini nel borgo di Sant’Osvaldo” di Michela Bonan, Ed. Kappa Vu, che sarà presentato venerdì 11 novembre, alle 18, nella sede della circoscrizione 6, in via Santo Stefano a Udine.

Il libro offre poi una ricostruzione sistematica degli opifici (mulini, centraline idroelettriche, battiferro, etc.) sorti nel quartiere di San Paolo e Sant’Osvaldo, lungo la roggia di Udine e il canale di Castions a partire dal lontanissimo 1217. La ricostruzione presenta le immagini tratte dai documenti storici ufficiali, accostandole in parallelo a quelle odierne in modo da offrire il confronto diretto ieri/oggi.

Le pagine ricreano un vero e proprio percorso dove si individuano dodici tappe, a partire da piazzale Cella, per arrivare in via Basaldella al confine con il comune di Campoformido e ritornare, lungo il percorso del canale di Castions, nella direzione del piazzale di partenza, dietro la zona dell’auditorium Menossi per arrivare in via San Paolo.

E poi sottolineature inedite, anche di notizie già esistenti, come ad esempio, la presenza di una centralina idroelettrica del Malignani in via Pozzuolo, in aggiunta a quelle comunemente note in Largo delle Grazie, in via Gemona e in viale Ledra.

«Un altro elemento di novità riguarda la “lettura” della storia completa del pastificio Storti che sorse in via Basaldella, che fu in origine, nel 1217, il “mulino de lis rivis” di proprietà del nobile Asquino di Moruzzo, documentato dalla più antica attestazione della presenza dei mulini nel territorio udinese.

Un libro caratterizzato da uno stile divulgativo, che presenta informazioni brevi, salienti ed essenziali, alternate con piacevoli immagini e foto, per suscitare l’interesse di un pubblico più ampio e vario per età, interessi e cultura.

«Il desiderio di capire sino in fondo la natura, la storia, l’importanza per il territorio di questi percorsi d’acqua mi ha indotto a varcare le porte non solo di archivi pubblici, ma anche di alcune famiglie che hanno avuto, nei tempi passati, un ruolo di rilievo nell’economia della zona, senza dimenticare l’apporto prezioso di alcuni importanti Enti che sovrintendono alla gestione delle rogge nel territorio. Con le testimonianze storiche acquisite, ho cercato poi di comporre un mosaico d’insieme che mi auguro possa essere utile per fornire ai lettori un’identità inedita e articolata del quartiere di Sant’Osvaldo», spiega l’autrice Michela Bonan. —

P.M.

I commenti dei lettori