Piogge intense sul Friuli, in dodici ore a Udine caduti 90 millimetri e 100 a Lignano

Allagamenti in diversi comuni. La situazione sulla base del bollettino della Protezione civile

Maltempo, il torrente Cormôr è fuoriuscito dagli argini

UDINE. Continua a piovere sul Friuli: in alcune zone della regione si registrano precipitazioni abbandonanti, il corso dei fiumi e dei torrenti è tenuto costantemente sotto controllo, così come il litorale. Ecco la situazione registrata fino al momento, anche sulla base dell'ultimo bollettino della Protezione civile del Fvg.

SITUAZIONE

Una depressione centrata al suolo sul mar Ligure continua ad inviare correnti meridionali umide ed instabili verso la regione, mentre al suolo convergono moderate correnti sciroccali sulla costa e sul mare con venti da nord o nord-est sulla pianura.

Nelle ultime ore tale situazione ha determinato la persistenza di un'area di piogge intense tra Lignano e Udine, con valori localmente oltre 25 mm in un'ora e cumulati totali fino a 80 mm in sei ore a Lignano e rispettivamente 90 e 100 mm in 12 ore a Udine e Lignano.

Nelle prime ore della mattina di martedì 19 si è verificata una nevicata moderata su parte del Canal del Ferro e sulla Valcanale oltre i 400 metri circa. Attualmente la quota neve è superiore ai 1300-1500 metri.

EVOLUZIONE

La zona di convergenza associata a piogge intense tenderà, nel corso delle prossime 6-8 ore, ad attenuarsi gradualmente spostandosi probabilmente verso ovest. Sono attesi quindi ancora rovesci di pioggia ma via via meno consistenti.

Lignano, crolla parte del pontile del Faro rosso

Dal tardo pomeriggio le piogge saranno moderate e in ulteriore successiva attenuazione e la quota neve non subirà variazioni significative.

CORSI D’ACQUA e INVASI

Prosegue il servizio di piena sul fiume Tagliamento e sul Meduna. Gli scarichi degli invasi di Ravedis e Ponte Racli sul Meduna sono attualmente in diminuzione e con portata inferiore ai 150 mc/s. Alle 12 il livello del fiume Meduna all’idrometro di Pordenone Noncello ha raggiunto un valore misurato di 7,16 metri superiore al valore di secondo presidio posto a 7 metri.

EFFETTI AL SUOLO

Nella mattinata si segnalano allagamenti nei comuni di Grado, Terzo d’Aquileia, Trivignano, Palmanova, Carlino, Lignano, Tarvisio, Nimis, Tricesimo, Marano Lagunare, Santa Maria La Longa, Ronchi dei Legionari, Visco, Campolongo Tapogliano, Fogliano Redipuglia, Osoppo, Bagnaria Arsa, Pavia di Udine, Lestizza, Tavagnacco, Ruda e Arta Terme.

Udine, il Cormor si ingrossa per le piogge intense

VIABILITA’

A Udine è stato chiuso il sottopasso tra Bressa e Santa Caterina. Chiusa al traffico la Sr 465 “della forcella Lavardet e valle San Canciano” dal km 46+300 al km 46+500 in comune di Cercivento per una frana: la Protezione civile sta predisponendo la riapertura.

Chiusa al traffico la Sr Ud 24 “della Val Pontaiba” al km 3+650 tra Treppo e Ligosullo per dissesto. Chiusa anche la Sr Pn 63 “di Pala Barzana” in comune di Andreis, così come la Sr Pn 25 “di Tamai” nei pressi del rio Tamai per esondazione.

Aperta ma monitorata la Sr Pn 49 “di Prata” presso Prata di Sopra per l'esondazione del Meduna.

Difficoltà registrate a San Giorgio di Nogaro per la fuoriuscita dagli argini, in zona stazione, dei fiumi Corno e Corgnolizza.

VOLONTARIATO

I volontari impiegati nella giornata di martedì 10 sono 125 in cinquanta comuni.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi