Liceo Stellini Udine: la lezione dei classici e uno sguardo al futuro



Udine Con una storia che risale al 1297, anno in cui fu istituita a Udine la prima scuola pubblica di tipo letterario, il liceo classico Jacopo Stellini, ospitato nell’elegante e imponente edificio affacciato su piazza Primo maggio, è un’istituzione nel panorama dell’offerta scolastica regionale. . Un punto di riferimento negli studi classici che ha recentemente aggiornato l’offerta aggiungendo al tradizionale percorso, che vede dominare le materie umanistiche (in particolare italiano, greco e latino, che impegnano metà delle ore settimanali), due percorsi opzionali che potenziano l’area linguistico-scientifica (Cicerone) e l’area scientifico-matematica (Archimede).


Il nuovo curricolo (Cicerone) prevede lo studio di una seconda lingua straniera accanto all’inglese, potenziamento che termina il quarto anno e si conclude con il conseguimento della certificazione linguistica. A questo si aggiunge lo studio della storia dell’arte fin dal primo anno: un corso ricco di nuovi stimoli per gli appassionati di storia e archeologia, arricchito di lezioni laboratoriali e di un’ora di compresenza settimanale degli insegnamenti di storia e geografia e storia dell’arte.

L’altro nuovo curricolo (opzione Archimede) prevede invece il potenziamento dell’area scientifico-matematica: è aggiunta un’ora settimanale in più di matematica, ora aggiunta anche alle scienze naturali, ma solo nel primo biennio.

Altra novità, l’insegnamento di diritto ed economia, inserita nel curricolo in tutti i cinque anni di corso. Il classico apre le porte il 7 dicembre dalle 15.30 alle 18.30 e alla stessa ora sabato 11 gennaio 2020 per finire venerdì 17 gennaio 2020, dalle 18, con la “Notte nazionale del liceo classico”. —



Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi